Cuscus

Cuscus

Cuscus…

Ebbene sì! Domenica scorsa mi son cimentata nella sua preparazione casalinga. 😅😅😅 Ci son volute ben tre ore ma vi dico che ne è valsa la pena. Sapore e consistenza non son nemmeno paragonabili con il cuscus acquistato già precotto e, tutto sommato, devo ammettere che pensavo che il procedimento fosse molto più complicato. Preparare piatti marocchini o nord africani come tajine o cuscus mi serve per apprendere un po’ di quella dote a me quasi sconosciuta: la pazienza! 😉 Il segreto per la buona riuscita di questi piatti infatti è la cottura lenta e a vapore, unica in grado di conferire quei sapori e profumi così intensi e caratteristici. E devo ammettere che è stata una mattina davvero piacevole e rilassante… Sole fuori, mente sgombra e in cucina un tripudio di profumi e di colori, una meraviglia! ❤️❤️❤️ Che poi dopo la cucina sembrasse terremotata e implorasse di esser riordinata e ripulita è tutta un’altra storia! 😂😂😂 Anche voi siete del club delle creative diversamente ordinate come me o fate parte della categoria ordinate sempre e comunque? E nel secondo caso, qual è il vostro segreto? Lo dite anche a noi? 😉

E ora smetto di annoiarvi con le mie chiacchiere e vi lascio la ricetta! 😉 Solo due considerazioni veloci. La prima è sulla ricetta: questa è la ricetta base per preparare il cuscus. Per la cottura ho utilizzato un brodo esclusivamente di verdure, però esistono alcune varianti con carne o pesce, tutte e due da provare. 😉 Ultima considerazione: il cuscus è completamente senza lattosio, adatto a tutti gli intolleranti al lattosio come me. 😉

E ora ecco la ricetta!

INGREDIENTI:

Per il cuscus

  • 250 gr di semola di grano duro
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 2 bicchieri circa di acqua a temperatura ambiente
  • 1/2 cucchiaino di sale fino

Per il brodo di verdure

  • 1 carota
  • 1 rametto di sedano
  • 1/4 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3 foglioline di alloro
  • 3/4 stami di zafferano
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 pomodoro
  • 1 pomodoro secco
  • 1 fogliolina di salvia
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

PREPARAZIONE:

Per preparare il cuscus si dovrebbe usare la cuscussiera che è l’apposita pentola ma, se come me non l’avete a disposizione, potete utilizzare le pentole della batteria da cucina per la cucina a vapore. Vi serve una pentola capiente dove far cucinare il brodo di verdure, l’inserto per la cottura al vapore (o il pezzo scolapasta che incastri sopra la pentola) e un coperchio.

Sbucciare, lavare e tagliare le verdure a pezzetti; metterle nella pentola insieme alle spezie e al sale fino, coprire bene con acqua e mettere sul fuoco.

In un recipiente largo di terracotta mettere la semola, aggiungere il sale fino e successivamente l’olio extravergine di oliva. Sgranare bene con l’ausilio di una forchetta (o aiutandovi con le mani) e poi aggiungere circa mezzo bicchiere d’acqua. Lavorare la semola con le mani con movimento circolare in modo da sgranare bene il cuscus.

È importante mettere l’olio extravergine di oliva in questa fase perché aiuterà la semola a formare i piccoli grani di cuscus.

Bagnare uno strofinaccio da cucina e posizionarlo nei bordi della pentola, mettere sopra lo scolapasta (o inserto per il vapore) e mettere il cuscus a cuocere, lasciando qualche spazio al centro in modo che il vapore possa fuoriuscire durante la cottura. Tappare con coperchio e far cuocere a fiamma media.

Lo strofinaccio da cucina serve per sigillare le pentole durante la cottura e non disperdere il vapore. Molti preparano un po’ di pasta con semola e acqua e la utilizzano per sigillare le pentole; io preferisco lo strofinaccio perché posso rimuoverlo e controllare il brodo di verdure e, se fosse necessario, aggiungere dell’acqua.

Dopo circa trenta o quaranta minuti, togliere il cuscus dal fuoco e versarlo sul tegame di terracotta (attenzione a non bruciarvi perché è bollente), aggiungere circa mezzo bicchiere di acqua e mescolare bene in modo che il cuscus si idrati. Sgranare bene e rimettere a cuocere ricordando di lasciare sempre qualche buco libero nel tegame in modo che il vapore possa fuoriuscire. Controllare anche il brodo di verdure e, se fosse necessario, aggiungere un po’ di acqua.

Dopo altri cinquanta minuti circa, ripetere l’ultimo passaggio. Lasciar cucinare per altri venti minuti (in tutto ci vogliono circa due ore di cottura) e poi spegnere.

Condire il cuscus con po’ di brodo di verdure e servire caldo accompagnato da verdure, carne o pesce.

CONSIGLI:

  • Semola: deve essere quella un po’ grossa. No al rimacinato o al semolino.
  • Brodo vegetale: stavolta ho preparato la ricetta base. Potete aggiungere al brodo vegetale merluzzo o altro pesce: il cuscus cucina nel fumetto e il pesce, una volta cotto e sfilettato, può esser servito insieme al cuscus (come si fa nel cuscus alla siciliana o alla trapanese).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.