secondi

Insalata gamberetti, patate e verdure

Insalata gamberetti, patate e verdure

Insalata gamberetti, patate e verdure…

Ciao, mi chiamo Stefania e ho un grosso problema con il caldo. 🥵🥵🥵 Non mi piace, non lo tollero e sopra i 30°C con afa do di matto! 😅 Cioè, matta son matta, ma davvero mi crea malessere fisico, son fiacca e ho la pressione sotto i piedi. E come difesa personale entro in modalità “risparmio energetico”, cioè faccio il meno possibile. 😅😅😅 E mi difendo come posso. Bevendo molti liquidi, soprattutto acqua e non perché lo dica il TG di Studio Aperto eh! 😅😅😅Ma perché sudo tantissimo e ho sempre sete.

E anche la mia cucina e il mio modo di mangiare cambiano: abolito il forno, cerco di sopravvivere con insalate varie e cibi freschi. Ne ho pubblicato tante versioni:

Stavolta ho preparato una insalata gamberetti, patate e verdure davvero buona: nulla di trascendentale o difficile… Piuttosto la mia solita ricetta svuotafrigo. Ovviamente senza latticini e senza lattosio che in questi giorni di caldo intenso ci devo andare cauta che ci manca solo intestino in sciopero. 😁😁😁

Ecco la ricetta! 😉

INGREDIENTI:

  • 200 g di patate
  • 100 g di gamberetti surgelati
  • Insalata mista q.b.
  • Semi di sesamo q.b.
  • Semi di chia q.b.
  • Semi di zucca q.b.
  • 1 cucchiaino di bacche di goji essiccate
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Zenzero q.b.
  • 1 cucchiaio di succo di limone

PREPARAZIONE:

Lessare i gamberetti in acqua salata seguendo le istruzioni della confezione e lasciarli raffreddare.

Sbucciare le patate, tagliarle a pezzetti, cucinare al microonde e lasciarle raffreddare. In alternativa, lessare in acqua salata, scolare e lasciar raffreddare.

Comporre l’insalata gamberetti, patate e verdure aggiungendo ai gamberetti le patate lesse, le verdure, i semi vari, le bacche di Goji e condire con olio evo, sale, succo di limone e un pizzico di zenzero grattugiato.

Lasciare riposare una mezzora in frigo e servire.

CONSIGLI:

Varianti: questa insalata è abbastanza bilanciata ed è un piatto unico poiché contiene carboidrati, proteine, grassi e vitamine. Si può variare in tanti modi. Al posto delle patate come carboidrati possiamo mettere dei crostini di pane. I gamberetti si possono sostituire anche con tonno e salmone e, se non avete a disposizione o non vi piacciono i semi, potete sostituire con frutta secca come noci, mandorle o anacardi.

Burger patate e bietole

Burger patate e bietole

Burger patate e bietole…

Stasera mentre studiavo pensavo a quanto io sia brava a procrastinare… Quando devo fare qualcosa trovo sempre mille altre cose da fare. 🙈🙈🙈 Salvo poi arrivare a fare le cose all’ultimo momento in emergenza.

Cioè, di solito sono super organizzata e incastro gli impegni e le scadenze in maniera logica (almeno per me😅) e coerente ma per farlo devo avere una data o un obiettivo immediato, concreto non astratto.

Anche per lo studio va così: all’Università finché non vedevo scritta la data dell’esame non lo prendevo sul serio, salvo poi fare nottate e “studio matto e disperato” i giorni prima della prova. Devo dire che questo metodo su di me si è rivelato sempre vincente. Ho preso la laurea e ho passato concorsi e selezioni… Solo magari se fossi stata più costante magari sarei arrivata alle varie prove con meno stress e stanchezza o forse, chi lo sa, magari ho proprio trovato il metodo adatto alla mia persona o alla mia vita. 😊

Tutto ‘sto pippone l’ho scritto solo per giustificare il quarto d’ora di pausa che mi sto prendendo per pubblicare questo articolo! 😅 Studio per aggiornami sul lavoro ma senza esami o date mi sta venendo un pochino difficile. O forse è solo perché è domenica e, in fondo in fondo, ho solo voglia di riposare.

Non vi tedio oltre con le mie paturnie di una domenica di maggio che sembra una domenica di novembre (con pioggia e tuoni) e vi parlo dei burger patate e bietole, idea di qualche giorno fa per una cena veloce e senza troppo impegno.

Avevo delle bietole cotte da consumare ma ho scartato l’idea della solita frittata o di mangiarle così come insalata. La solita mia noia sul mangiare sempre le stesse cose… Dovevo inventare qualcosa di diverso e devo dire che son rimasta abbastanza soddisfatta.

I burger patate e bietole son delizioso, veloci da preparare e completamente senza latticini, perfetti per tutti gli intolleranti al lattosio come me. 😊

E ora ecco la ricetta!

INGREDIENTI:

  • 350 di patate crude con la buccia
  • 120 g di bietole già lessate e strizzate
  • 1 spicchio di aglio (io molto piccolo o metà)
  • 1 pomodoro secco
  • Peperoncino q.b.
  • Olio extravergine di oliva (per guarnire)
  • Pane grattugiato (per guarnire)

PREPARAZIONE:

Lessare le patate con la buccia (in modo che assorbano meno acqua). In alternativa utilizzare il microonde utilizzando l’apposito sacchetto (le patate vengono bene e non son troppo acquose). Una volta cotte, sbucciare le patate ancora calde e schiacciarle con una forchetta.

Tagliuzzare le bietole in pezzetti piccoli.

Tritare l’aglio, il prezzemolo e il pomodoro secco (precedentemente lavato e asciugato) e unire alle bietole insieme alle patate. Aggiungere un pizzico di peperoncino e amalgamare bene il tutto.

Formare i burger patate e bietole con l’ausilio di un coppapasta, cospargere la superficie con pochissimi olio extravergine di oliva e pane grattugiato e infornare a 175°C in forno preriscaldato per circa 15 minuti (o finché non saranno ben dorati). In alternativa (io di solito faccio così) si può utilizzare il microonde con la funzione Crisp.

Servire i burger patate e bietole caldi accompagnati da un contorno a vostro piacimento.

CONSIGLI:

  • Verdure: questi burger vengono buonissimi anche con altre verdure come spinaci o cicoria.
  • Spezie: stavolta son andata liscia perché a me le bietole piacciono tantissimo, però se vi va potete aggiungere le spezie che preferite.

Merluzzo con salsa di broccoli

Merluzzo con salsa di broccoli

Merluzzo con salsa di broccoli…

La ricetta del merluzzo con salsa di broccoli nasce in un momento di scazzo 😁(si può dire scazzo? Vabbè non è il massimo dell’eleganza ma rende l’idea) e stanchezza generale dove, arrivata l’ora di cena, non sapevo che fare e non avevo voglia di cucinare roba elaborata.

Poi ho ‘sta fissa che devo cercare di mangiare in maniera equilibrata e variare ed era il turno del pesce, ma non avevo la pazienza di fare polpette e allora mi son inventata questa ricetta. 😁Che poi è di una banalità impressionante… Ci sto mettendo più tempo a scriverla che a prepararla, giuro! 😅E devo ammettere che il merluzzo con broccoli è stata una cena deliziosa e diversa dalla solita insalata con fettina, che bbbona è bbbona, ma onestamente, dopo un po’ stanca!👍

Ed è pure senza latticini, adatta a tutti gli intolleranti al lattosio come me. 😉

E ora ecco la ricetta! 😊

INGREDIENTI:

  • 150 g di filetti di merluzzo
  • 8 – 10 cime di broccolo già bollito
  • 2 – 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 pomodoro secco
  • 2 acciughe sott’olio
  • Peperoncino q.b.
  • Farina q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Crostini di pane abbrustolito per guarnire

PREPARAZIONE:

Frullare le cime di broccolo con il pomodoro secco, le acciughe sott’olio, un pizzico di peperoncino e un cucchiaio di olio extravergine di oliva. Se la salsa dovesse risultare troppo densa, aggiungere un goccio di acqua a temperatura ambiente. Tenere 2 o 3 cime di broccolo per guarnire il piatto o da mangiare così come accompagnamento (io adoro i broccoli cotti così in vaporiera).

Tagliare i filetti di merluzzo a cubetti e passarli nella farina. Cucinare in padella insieme a 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e un pizzico di sale, girandoli finché non son ben dorati.

In un piatto creare una base di salsa di broccoli e adagiare sopra i cubetti di merluzzo. Completare il piatto con le restanti cime di broccolo e crostini di pane abbrustolito.

Servire il merluzzo con salsa di broccoli caldo.

CONSIGLI:

Frittata di cavolo cappuccio

Frittata di cavolo cappuccio

Frittata di cavolo cappuccio…

Sabato sera assurdo, con la guerra in Ucraina in corso e le tante notizie, immagini e video che si susseguono.
Ho sperato sino all’ultimo non succedesse e invece non è stato così. E io son ancora incredula, non me ne capacito. Ognuno di noi reagisce in maniera diversa e, allo stesso modo, decide se parlarne o meno nei propri canali social o nel proprio blog.

Se non se ne parla, veniamo accusati di essere frivoli e superficiali e di pensare a cose poco serie… Ma vi assicuro che non è così! Anzi, è l’esatto opposto! 😥 Semplicemente (parlo per me ma vale anche per molti altri) non mi sento di avere le competenze e le conoscenze per poterne parlare e discutere in maniera razionale e non vorrei, seppur in buona fede, trasmettere o riportare informazioni errate o fuorvianti.

Ma questo non vuol dire essere superficiali o insensibili o frivoli… Vuol dire non prendersi responsabilità o accampare conoscenze che non si hanno perché, passatemi il sarcasmo, di tuttologi del web ne abbiamo abbastanza anche senza il mio personale contributo. 🤦‍♀️
Volevo solo fare questa piccola precisazione e spiegare perché non parlerò apertamente della guerra. Ma questo non vuol dire che io non sia preoccupata o che non passi il tempo ad informarmi e seguirne gli sviluppi. Ci tenevo solo a chiarirlo. 👍

La frittata di cavolo cappuccio nasce per caso, una sera che non avevo grossa voglia di cucinare ma qualcosa per cena la dovevo pur mangiare. 😁In frigo avevo del cavolo cappuccio già cotto, due uova e allora la cosa più semplice era proprio preparare una frittata.

Tutto normale eh? Peccato che poi abbia deciso di preparare una specie di paninozzo gigante con la frittata di cavolo cappuccio, la senape, la maionese e radicchio e lattuga per sentirmi meno in colpa. Et voilà! Mi son servita proprio una cena con i baffi! 😋

Il cavolo cappuccio io l’avevo già in frigo, cotto in vasocottura e pronto da utilizzare.
Per utilizzarlo nella frittata lo potete cucinare in vaporiera (viene buonissimo) oppure sbollentarlo finché non si ammorbidisce e poi scolarlo bene.

Per il pane vi consiglio di tagliarlo in due e grigliarlo leggermente in entrambi i lati, così verrà più buono.

La frittata di cavolo cappuccio è interamente senza latticini, adatta a tutti gli intolleranti al lattosio come me.

E ora ecco la ricetta!

INGREDIENTI:

Per la frittata

  • 100 g di cavolo cappuccio già cotto
  • 2 uova
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

Per guarnire

  • 1 panino tagliato a metà e grigliato su entrambi i lati
  • 1 foglia di radicchio
  • 1 foglia di lattuga
  • Senape e maionese q.b.

PREPARAZIONE:

In una ciotola sbattere le uova, aggiungere il cavolo cappuccio, condire con sale e pepe e mescolare bene.

Cucinare la frittata di cavolo cappuccio in una padella antiaderente precedentemente oleata e lasciata qualche minuto sul fornello a riscaldare. Una volta cotta da un lato, girare e cucinare dall’altro lato. Per rendere più semplice tale operazione, si può utilizzare un coperchio piatto.

Tagliare la frittata a spicchi e adagiare su metà panino, guarnire con la senape e la maionese, aggiungere il radicchio e la lattuga, coprire con la restante metà del panino e servire.

CONSIGLI:

Si può preparare la frittata utilizzando anche altri tipi di cavolo come il cavolfiore o i broccoli. In entrambi i casi, vanno cotti prima.

Insalata moscardini, ceci, pomodorini e rucola

Insalata moscardini, ceci, pomodorini e rucola

Insalata moscardini, ceci, pomodorini e rucola…

Come tutti gli anni, il caldo è arrivato all’improvviso. ??? Sino a due giorni fa avevo la caldaia accesa e ora son in balcone a crogiolarmi sotto il sole in pantaloncini e maglietta a maniche corte. ☺☺☺
Sto già pensando a quando potrò andare al mare. ??? Cioè per il momento ancora non riesco ??? ma spero di recuperare presto. ??❤

Anche sul mangiare ho voglia di cambiare un po’ di abitudini: più pesce, più insalate e più cibi “freschi” e verdure di stagione. E ho iniziato subito con l’insalata moscardini, ceci, pomodorini e rucola.

L’insalata moscardini, ceci, pomodorini e rucola è un secondo piatto davvero buono, perfetto per questo periodo di primo caldo o per l’estate in generale. Non è difficile da preparare ed è completamente senza latticini, adatto a tutti gli intolleranti al lattosio come me! ?

E ora ecco la ricetta! ?

INGREDIENTI:

  • 300 g di moscardini
  • 60 g di ceci secchi
  • 8 – 10 pomodorini ciliegina
  • 1 mazzetto di rucola
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiaini di succo di limone
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • Paprica q.b.
  • Sale fino q.b.

PREPARAZIONE:

Mettere i ceci in ammollo per almeno 4 ore o tutta la notte. Cucinarli in acqua salata insieme alla paprica e a metà spicchio d’aglio per circa 30 – 40 minuti. Lasciar raffreddare.

In contemporanea cucinare i moscardini in abbondante acqua salata per circa 30 – 40 minuti e lasciarli raffreddare dentro l’acqua di cottura. Tagliarli a pezzetti e condirli con olio extravergine di oliva, prezzemolo tritato, mezzo spicchio d’aglio (io lo taglio a pezzi grossi e poi lo levo prima di mangiare, giusto per dare il sapore), succo di limone e un pizzico di sale fino.

Lavare e tagliare la rucola. Lavare e tagliare i pomodorini in quattro pezzi. Aggiungere alla rucola e mescolare.

Adagiare la rucola e i pomodorini nel piatto, mettere i moscardini al centro (ricordarsi di togliere prima l’aglio), aggiungere i ceci e servire subito.

CONSIGLI:

  • Ceci: se non vi piacciono potete sostituire con pane abbrustolito a pezzetti piccoli.
  • Pesce: se non avete a disposizione i moscardini potete sostituire con il polpo o delle seppiette (queste ultime però le avrei grigliate?).

Moscardini grigliati su crema di patate

Moscardini grigliati su crema di patate

Moscardini grigliati su crema di patate…

Ho ripreso ad allenarmi e quasi a fare dieta. Ok non dieta ferrea dimagrante! ??? Ma dieta nel senso di mangiare in maniera più variegata e ordinata e cercando di tenere a freno la mia golosità e dosando meglio nutrienti e quantità.

Devo ammettere che sto meglio! Davvero meglio! ??? Mi sento più energica e felice. Soprattutto da quando mi alleno. Forse in questo periodo strano e instabile per tutti, ho solo bisogno di trovare una routine e una parvenza di normalità. ? E poi mi sto divertendo un sacco a provare tante ricette nuove. ?

Questa sera la mia dieta prevedeva un secondo, delle patate e verdura e allora ne ho approfittato per provare una ricetta che mi ha suggerito Roberta, una ragazza troppo simpatica che ho conosciuto tramite Instagram e così son nati i moscardini grigliati su crema di patate. La ricetta è geniale! Si prepara in poco tempo, è buonissima e nemmeno troppo calorica. ? Ed è completamente senza latticini quindi adatta a tutti gli intolleranti al lattosio come me. ?

E ora ecco la ricetta! ?

INGREDIENTI:

  • 300 g circa di moscardini già puliti
  • 200 g di patate
  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio di aceto o succo di limone
  • Scorza di limone q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Aceto balsamico o glassa di aceto balsamico q.b.
  • Scaglie di parmigiano stagionato

PREPARAZIONE:

In una pentola capiente mettere a bollire l’acqua con lo spicchio d’aglio e un cucchiaio di aceto. Quando l’acqua inizia a bollire, buttare dentro i moscardini e cucinarli per circa 20 – 25 minuti (dipende dalla loro grandezza).

Nel frattempo sbucciare le patate, tagliarle a cubetti e lessarle in acqua salata. Scolarle con una schiumaruola (mestolo forato) tenendo da parte l’acqua di cottura. Frullarle con un frullatore ad immersione aggiungendo a poco a poco l’acqua di cottura in modo da formare una crema. Aggiustare di sale e condire con pepe nero e scorza grattugiata di limone.

Mettere sul fuoco una piastra e, quando è ben calda, aggiungere i moscardini lessati girandoli spesso in modo da grigliarli in tutte le parti.

In un piatto creare la base con la crema di patate, aggiungere i moscardini e guarnire con olio extravergine di oliva, scorza di limone grattugiata, prezzemolo precedentemente lavato e tritato, pochissimo parmigiano stagionato a scaglie e aceto balsamico (o glassa di aceto balsamico se la preferite).

Servire caldo.

CONSIGLI:

  • Moscardini: si possono sostituire anche con delle seppie o calamari tagliati a striscioline e grigliati. Oppure con della insalata di polpo (anziché aggiungere le patate lesse, si crea la crema e la si adagia sopra).
  • Parmigiano stagionato: si può omettere senza problemi.
  • Calorie: alla fine questo piatto è tutta gassosa. Tolti scaglie di parmigiano e glassa di aceto balsamico che son degli extra, rientra tranquillamente nella dieta che sto seguendo e, almeno per la mia dieta, è giusta come calorie.

Spiedini di pesce

Spiedini di pesce

Spiedini di pesce…

Per la ricetta degli spiedini di pesce mi sono ispirata alla Psarosouvlakia – spiedini di pesce che ho visto nelle pagine social della bravissima Eleni, blogger di Apriti Sesamo.
Non mi è rimasto impresso il nome della ricetta (perdonami Eleni ma memorizzare i nomi va oltre le mie capacità da svampita livello pro) ma la foto sì! ??

Mi immaginavo la ricetta degli spiedini di pesce come qualcosa di strepitoso sia come sapori che come profumi e il risultato non mi ha delusa. Questa ricetta racchiude il caldo e il sole del Mediterraneo e in cottura sprigiona un profumo pazzesco. ???
Eppoi è senza latticini, adatta a tutti gli intolleranti al lattosio come me. ? Come potete non provarla?

Una piccola precisazione: per la ricetta degli spiedini di pesce si possono utilizzare diversi tipi di pesce, soprattutto quelli che vendono a tranci. Vanno bene tonno, salmone, pesce spada, merluzzo, etc sia da soli o, come suggerisce Eleni, pure come mix (che deve essere buonissimo! ?). Io stavolta ho utilizzato il tonno perché avevo a disposizione solo quello, ma magari la prossima volta provo con il mix di pesce. ?

INGREDIENTI:

  • Trancio di tonno fresco (circa 200 g)
  • Pezzetto di porro (o cipolla)
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 2 – 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Succo di mezzo limone
  • Pepe nero q.b.
  • Sale fino q.b.
  • 2 – 3 spiedini

PREPARAZIONE:

Preparare l’emulsione frullando il pezzetto di porro, il prezzemolo, l’olio extravergine di oliva, il succo di limone e aggiungendo un pizzico di pepe nero.

Tagliare a cubetti tutti uguali il trancio di tonno e mettere i cubetti negli spiedini.

Spennellare l’emulsione sugli spiedini di pesce e lasciar marinare coperto con pellicola per circa un’oretta.

Adagiare gli spiedini di pesce in una teglia coperta di carta da forno. Cucinare con forno già caldo in modalità statica a 175°C per circa 10 – 12 minuti. Dipende dal grado di cottura preferito e dalla grandezza dei cubetti di pesce). In alternativa si possono cucinare nel forno a microonde in modalità Crisp per circa 6 – 8 minuti.

Servire caldo accompagnato da una insalata e del pane abbrustolito.

CONSIGLI:

  • Tipo di pesce: si possono utilizzare diversi tipi di pesce come tonno, pesce spada, salmone, nasello, merluzzo, etc. Oppure utilizzarli insieme per fare un mix. ???
  • Condimento: potete personalizzare come meglio vi piace sostituendo la cipolla con l’aglio o il prezzemolo con una o più erbe aromatiche.

Sgombro lesso

Sgombro lesso

Sgombro lesso…

E dai… Ogni tanto anche io decido di mangiare più leggero. ??? Non è solo per i sensi di colpa visto che sto lievitando più veloce di un croissant, lo giuro! ? O forse lo è ma solo in parte. La realtà è che ci son giorni in cui ho davvero bisogno di dare un taglio alla mia golosità e mangiare in maniera più consapevole. Ecco, oggi è uno di quei giorni. ? Che poi non è che io mangi male eh! Cerco di mangiare in maniera equilibrata e variegata, le verdure ci son in tutti i pasti e almeno una volta al giorno son crude, la frutta come merenda e alterno i secondi con carne, pesce, uova e legumi. Anche con i primi riso e pasta e sto cercando di mangiare anche gli altri cereali. E allora dove sta la fregatura, direte voi! E ci sta e come se ci sta! ?‍♀️?‍♀️?‍♀️Si chiama golosità e anche una vita più sedentaria, ahimè! La golosità mi frega un sacco per le quantità e gli spuntini extra con dolcetti vari, soprattutto ora che sono a casa. Prima non capitava. E devo pure riprendere seriamente ad allenarmi… Non so voi ma mangio meglio e in maniera più regolare solo quando mi alleno. Ho proprio bisogno di tornare alla mia routine.

E infatti ora finita di scrivere questa ricetta, vado a pesarmi. Così mi spavento e inizio sul serio. ?????????

Lo sgombro è eccezionale. Fa parte della categoria del pesce azzurro ed è ricco di vitamine e omega 3 che son grassi buoni e proteggono il sistema cardiovascolare. Ha un livello di calorie contenuto, è facile da trovare, non costa troppo e non ha troppe spine. Proprio i grassi che contiene gli conferiscono un sapore abbastanza deciso che a me piace molto e non necessità di essere cucinato o condito in maniera elaborata. È perfetto da cucinare per una cena veloce, gustosa è leggera.

Lo sgombro lesso è davvero facile da preparare e poi si può condire in diversi modi. Io stavolta son andata sul classico con un trito di aglio, prezzemolo, pomodori secchi e un pizzico di peperoncino ma in effetti si può condire in tanti modi o utilizzando le erbe aromatiche, così avrete sempre gusti e sapori diversi e questa ricetta non vi annoia mai. ??

Lo sgombro lesso è completamente senza lattosio, adatto a tutti gli intolleranti come me. ??

E ora ecco la ricetta! ?

INGREDIENTI:

  • 1 sgombro di medie dimensioni
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 1/2 spicchio d’aglio
  • 1 pomodoro secco
  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco
  • 1/2 limone
  • 1 pezzetto di peperoncino secco
  • Sale fino q.b.

PREPARAZIONE:

In una pentola capiente mettere a bollire l’acqua aggiungendo il sale. Quando inizia a bollire aggiungere lo sgombro già pulito senza la testa e le interiora (a me lo hanno pulito direttamente in pescheria dove l’ho comprato) e lasciar cuocere per circa 15 – 20 minuti. Dipende dalla grandezza dello sgombro. È cotto quando la carne inizia a staccarsi dalla lisca.

Nel frattempo preparare il trito con aglio, prezzemolo, pomodoro secco (precedentemente lavato per eliminare il sale in eccesso), peperoncino e succo di limone (basta un cucchiaio) e mettere da parte.

Quando lo sgombro è cotto, levare dalla pentola e mettere in un piatto. Incidere suo fianchi e ricavare i due pezzi di filetto togliendo la lisca centrale e le altre spine.

Adagiare i due filetti di sgombro lesso sul piatto di portata con il lato con la pelle verso il basso, condire con il trito, grattugiare sopra un pochino di scorza di limone e servire caldo.

CONSIGLI:

  • Sale: non l’ho aggiunto al trito perché i pomodori secchi son abbastanza sapidi.
  • Erbe aromatiche: si può condire lo sgombro lesso con un mix di erbe o spezie a vostro piacimento.
  • Variante: si può sostituire il trito con un altro preparato con capperi, origano, olio e pomodori datterini tagliati a cubetti.
  • Merluzzo: un buon sostituto. Io vi consiglio di cucinarlo in vaporiera e poi condirlo con lo stesso trito dello sgombro. ?

Involtini di pollo e verdure

Involtini pollo e verdure

Involtini di pollo e verdure…

Da quando son diventata così mandrona e faccio vita troppo sedentaria? ???Non mi riconosco più! ???

Anche stamattina ci sto girando intorno da mezzora quando dovrei solo indossare una tuta da ginnastica, scarpe comode e darmi una mossa. ?????? Ma quanto è difficile mollare letto e piumone caldo! ??? Mi son messa pure a scrivere questa ricetta per non farlo. ?‍♀️Dai altri dieci minuti e schizzo fuori dal letto (in realtà mi alzerò nella mia versione di bradipo imbalsamato ma lasciatemi sognare ??) Ma secondo voi riuscirò ad andare almeno a camminare alla fine?

Vi lascio ‘sto dubbio e vi parlo della ricetta di oggi: gli involtini di pollo e verdure. Visto che i miei tentativi di fare attività fisica son quelli che sono, sto cercando di mangiare in maniera più consapevole e bilanciata. Non la chiamo proprio dieta dimagrante perché non la farò in maniera rigida ma cercherò di stare più attenta per le quantità e soprattutto la qualità e di variare quanto più possibile i diversi tipi di cibo. ?

La ricetta degli involtini di pollo e verdure non è altro che la mia cena di ieri; avevo a disposizione delle fettine di pollo, verdure e come accompagnamento un pezzetto di pane ma l’idea della solita fettina ai ferri più verdure chissà perché non mi andava e ho trovato un modo diverso e più originale per consumarla. Mi è bastato solo sostituire parte del pane con il pane grattugiato e il resto è stato semplice. ? Vi spiego tutto qua sotto nel dettaglio della ricetta.

Vi ricordo che gli involtini di pollo e verdure son completamente senza latticini, adatti a tutti gli intolleranti al lattosio come me. ??

E ora ecco la ricetta! ?

INGREDIENTI:

  • 200 g di petto di pollo tagliato a fettine
  • 1/2 peperone
  • 1/2 zucchina
  • 3 cucchiai circa di pane grattugiato
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • Spezie varie o erbe aromatiche tritate
  • Pepe nero q.b.
  • Sale fino q.b.

PREPARAZIONE:

Battere le fettine di pollo col batticarne in modo da renderle sottili e poi tagliare a pezzi non troppo piccoli. Condire con un pizzico di sale e pepe.

Tagliare parte della mezza zucchina e del mezzo peperone a julienne e mettere i bastoncini di verdure sui pezzetti di pollo e poi avvolgere su se stessi in modo da formare gli involtini bloccandoli con degli stuzzicadenti o dello spago alimentare.

Aromatizzare il pane grattugiato con il mix di spezie e panare gli involtini.

Mettere la carta da forno nella leccarda (o in un’altra teglia), aggiungere 2 cucchiai di olio extravergine di oliva e adagiare gli involtini di pollo con verdure.

Tagliare il resto delle verdure, aggiungerle alla teglia con gli involtini di pollo e verdure e condire con sale, pepe e olio extravergine di oliva e col restante pane grattugiato.

Cucinare in forno già caldo in modalità ventilato a 200°C per circa 15 – 20 minuti o finché gli involtini di pollo con verdure e le verdure di contorno non son ben dorati.

Servire caldo.

CONSIGLI:

Merluzzo al forno con patate e pomodorini

Merluzzo al forno con patate e pomodorini

Merluzzo al forno con patate e pomodorini

La ricetta del merluzzo al forno con patate e pomodorini è nata sulla falsariga della ricetta della murena al forno con patate che ho pubblicato qualche tempo fa e che mi era piaciuta tantissimo. ??? Rispetto al merluzzo, la murena ha un sapore più forte e deciso ma, allo stesso tempo ha tante tante spine.

Stavolta ho utilizzato il filetto di merluzzo surgelato e preparare questa ricetta è stato davvero veloce e semplice. ??? Il merluzzo al forno con patate e pomodorini è morbido, profumato e soprattutto molto gustoso. Penso proprio che lo preparerò spesso così! ?

Il merluzzo al forno con patate e pomodorini è completamente senza lattosio, adatta a tutti gli intolleranti al lattosio come me.

E ora ecco la ricetta! ?

INGREDIENTI:

  • 200 g di filetto di merluzzo surgelato
  • 2 patate medie
  • 10 pomodorini ciliegina
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 rametto di prezzemolo
  • 2 – 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 pomodoro secco
  • 1 cucchiaio di aceto di vino
  • Peperoncino q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Pane grattugiato q.b.

PREPARAZIONE:

Scongelare il merluzzo, tagliarlo a pezzetti e metterlo in un tegame.

Preparare la marinatura tritando aglio, prezzemolo, pomodoro secco e aggiungendo l’olio extravergine di oliva, l’aceto di vino, il sale fino e il peperoncino. Aggiungere al merluzzo e lasciar marinare in frigo per qualche ora.

Tagliare i pomodorini a cubetti e aggiungerli al merluzzo marinato. Mescolare bene. Tagliare le patate a rondelle sottili.

In una pirofila da forno versare un po’ del succo della marinatura sul fondo e coprire con metà delle patate tagliate a rondelle. Aggiungere il merluzzo marinato e poi ricoprire un un altro strato di patate. Infornare a 200°C in forno statico per circa 20 – 30 minuti o finché non sarà dorato in superficie. A metà cottura aggiungere un po’ di pane grattugiato e di olio extravergine di oliva.

Lasciar riposare qualche minuto e poi servire il merluzzo al forno con patate e pomodorini.

CONSIGLI:

Cliccando sui link trovate altre due ricette buonissime: