Archivio Tag: cannella

Torta alla carota

La torta alla carota mi riporta indietro di un bel po’ di anni… Alla mia vita da studentessa universitaria quando, con le mie coinquiline, ci divertivamo a cucinare e a inventare cibi e pietanze varie. E più difficile o terribile era l’esame… E più noi cucinavamo complicato. Il top l’abbiamo raggiunto quando la notte prima degli esami (statistica per me e anatomia patologica per la mia coinquilina/amica), le altre due ragazze ci hanno trovate che, a notte fonda, friggevamo gli intrigoni di carnevale. ??? La pazzia era compiuta! I dolci davvero buoni ma l’esame? Passato per tutti e due per fortuna! 

Le nostre specialità erano le torte: la paradiso, con cocco, con carota, la torta di mele e così via. Penso che in quegli anni ne abbiamo inventate e preparate davvero tante! Ogni mattina la colazione era una bontà! 

Chissà perché mi è venuto in mente in questi giorni… Sarà perché è periodo di esami? Sarà un po’ di nostalgia per quei bellissimi anni? Saranno gli anta che bussano prepotentemente alle porte?… Non lo so! Però la torta alla carota è venuta buonissima! ?

La torta alla carota è una torta semplice, buona leggera e perfetta per colazione. Nei suoi ingredienti non è presente lattosio (nemmeno in tracce), quindi noi intolleranti possiamo mangiarla senza problemi. 

Io stavolta ho voluto preparare la torta alla carota in modo un po’ diverso… Ho preparato delle tortine che ricordano le “Camille” della Mulino Bianco.

Ecco la ricetta!

INGREDIENTI:

  • 4 uova
  • 300 gr di farina 00
  • 200 gr di zucchero semolato
  • 200 gr di carote tritate
  • 100 ml di succo d’arancia
  • 100 ml di olio extravergine d’oliva
  • 1 bustina di Lievito per dolci
  • Noce moscata un pizzico
  • 1 cucchiaino di cannella

    PREPARAZIONE:

    Accendere il forno a 175 °C statico (o seguite le istruzioni del vostro forno). Lavare e pelare le carote. Dovrebbero bastare 3 carote medie. Tritarle e mettere da parte 200 gr.

    In un tegame capiente rompere le uova, aggiungere lo zucchero e frullare bene per circa 5 minuti.

    Aggiungere l’olio extravergine d’oliva e continuare a frullare. Spremere due arance medie e ricavare 100 ml di succo d’arancia (il resto l’ho bevuto io! W la vitamina C). Aggiungere il succo d’arancia all’impasto e continuare a frullare.

    Incorporare la farina 00 a poco a poco, stando attenti affinché non si formino grumi e continuare sempre a frullare. Ora aggiungere il lievito e frullare bene.

    Aggiungere le carote tritate, la noce moscata e la cannella e mescolare bene con movimento dal basso all’alto in modo che le carote vengano incorporate nell’impasto. Io ho utilizzato un cucchiaio di legno che uso esclusivamente per preparare i dolci.

    Foderare con la carta da forno una tortiera (se volete preparare la torta alla carota classica) oppure spennellare con un po’ di burro fuso a ridotto contenuto di lattosio le formine per le Camille. Spolverare con un po’ di farina 00 e versare dentro due cucchiai di impasto che non deve mai superare la metà della formina. Ogni tanto ricordarsi di dare una mescolata generale.

    Infornare a 175°C in forno statico per circa 20 minuti o mezzora. La torta di carote sarà pronta quando sarà bella dorata. Fare sempre la “prova dello stecchino” e pungere le Camille: quando lo stecchino fuoriesce completamente pulito allora son pronte. 

    Eccole qua!



    CONSIGLI:

    Zucchero a velo: ci sta benissimo sopra per guarnire e di sicuro la torta alla carota così è più bella da vedere. Io non l’ho messo perché la mattina son particolarmente imbranata e rischio di sporcare i vestiti.

    Torta intera: se avete poco tempo potete preparare una torta singola, il gusto della torta alla carota non cambia! Io ho optato per le tortine perché anche se perdo un po’ di tempo nella preparazione poi son più facili da ritirare e congelare. Tenete presente che con queste dosi son venute circa 26 tortine.

    Frollini con mela e cannella

    Frollini con mela e cannella…

    Era da un po’ di tempo che mi frullava questa idea nella testa… Modificare la ricetta della pasta frolla di mia mamma per fare dei frollini aromatizzati con mela e cannella… E oggi, complice una tempesta d’acqua con vento forte che mi ha costretto a stare a casa, ho deciso di provarli.

    Sono buonissimi! Vale la pena farli anche solo per il profumo di mela e cannella che si diffonde per casa! ?

    Son partita dalla ricetta della pasta frolla classica e ho sostituito metà dello strutto con la polpa di mela grattugiata; i frollini son venuti buoni e meno calorici della pasta frolla classica. Ho usato solo lo strutto quindi i frollini con mela e cannella son totalmente senza lattosio e noi intolleranti possiamo mangiarli senza problemi.

    Ecco la ricetta!


    INGREDIENTI
    :

    • 500 gr di farina 00
    • 250 gr di zucchero semolato
    • 100 gr di polpa di mele grattugiata (circa 2 mele medie)
    • 100 gr di strutto
    • 2 uova
    • 1 bustina di lievito per dolci
    • 2 cucchiai di cannella in polvere
    • Scorza grattugiata di 1 limone

        PREPARAZIONE:

        Mettere tutti gli ingredienti solidi (farina 00, zucchero semolato, lievito, scorza di limone, cannella in polvere) e miscelare tra loro.

        Aggiungere le due uova e miscelare bene.

        Aggiungere le mele grattugiate, lo strutto sciolto e lavorare con le mani finché si forma la pasta. Se all’inizio la trovate “farinosa” non preoccupatevi, la pasta diventerà liscia man mano che la lavorate con le mani.

        Prendere dei piccoli pezzi di pasta frolla e stenderli con l’ausilio di un mattarello. Con una formina dare la forma ai biscotti (io oggi ero ispirata dai cuori ❤️❤️❤️) e adagiarli su una teglia da forno.

        Cuocere a 180°C con forno statico per circa 20 minuti o mezzora oppure con forno ventilato e due teglie alla volta. I biscotti saranno cotti quando son belli dorati.

        Eccoli qua! ???

        CONSIGLI:

        Mela grattugiata e cannella: io le adoro! Mi sanno di caldo, inverno, relax! Insieme all’arancia son tra i sapori più rappresentativi dell’inverno! Però ovviamente si possono sostituire. In un sito vegano avevo letto che burro o strutto si possono sostituire con l’avocado e prima o poi proverò questa soluzione… Solo che devo trovare la spezia adatta con cui associarlo… Ci penserò!

        Cioccolata calda: i frollini con mela e cannella sono ottimi per accompagnare un buon the o una bella tazza di cioccolata calda… Indovinate cosa ho scelto io stavolta? Se cliccate sopra vi porta direttamente alla ricetta!