secondi

Fagottini di vitello al curry

Fagottini di vitello al curry

Fagottini di vitello al curry…

Ecco un secondo davvero ottimo, veloce e naturalmente a lattosio zero! Questa idea mi è venuta sabato quando, avendo gente a pranzo e poco tempo per cucinare, volevo servire qualcosa di diverso e veloce da preparare.
Cari amici intolleranti al lattosio, questo lo possiamo mangiare senza problemi!  🙂

INGREDIENTI:

  • 8 fettine di manzo o vitello tagliate sottili
  • 1 etto di prosciutto crudo
  • formaggio senza lattosio (lattosio <0,01%) q.b.
  • farina 00 q.b.
  • 10 – 15 foglioline di salvia
  • 1 cucchiaino di curry in polvere
  • 1 bicchiere di vino nero
  • pepe nero q.b.
  • sale q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.

PREPARAZIONE:

Tagliare le fettine di vitello in 2 pezzi. Adagiarle su un tagliere di cucina e insaporire con poco sale (dipende dal tipo di prosciutto crudo che utilizzate; assaggiatelo prima!) e pepe nero. Successivamente tagliare la salvia a pezzi grossi e adagiarla sulle fettine.

Su ogni pezzo di fettina adagiate il prosciutto crudo tagliato a pezzi grossi.

Tagliare il formaggio senza lattosio a pezzi non troppo piccoli e adagiarlo sopra le fettine.

Con l’aiuto di uno spago per uso alimentare, chiudere i pezzi di fettina ripieni e date la forma di fagottino. In un piatto versare della farina bianca tipo 00  e impanare i fagottini.

In una padella antiaderente far scaldare olio extravergine di oliva, mettere i fagottini e farli rosolare per bene finché la farina diventa una crosta dorata.

Ora aggiungere 1 cucchiaino di curry, il vino nero e girare i fagottini; far evaporare il vino e se è necessario aggiungere un po’ di acqua bollente. Far cucinare a fuoco medio per altri 5 minuti con il coperchio. Ultimate la cottura a pentola scoperta e a fiamma alta. Il sughetto si deve rapprendere e deve assumere una consistenza quasi cremosa.

Servire caldo! ?

CONSIGLI:

  • la ricetta prevede 1 cucchiaino di curry; io stavolta ne ho messi 2 perché mi piace molto il sapore;
  • ho utilizzato la carne di vitello ma son davvero buoni anche con la carne di pollo; in questo caso si potrebbe sostituire il vino con la birra;
  • anche il prosciutto crudo potrebbe esser sostituito con la pancetta; in tal caso occhio a non esagerare col sale!  ?

Coniglio alla cacciatora

wpid-20141129_132357.jpg

Galeotto fu il coniglio che ci regalarono la settimana scorsa…  😉
Mai fatto coniglio o altra carne alla cacciatora! Stavolta ho voluto sfidare me stessa… Ho tolto fuori la pentola in coccio (quella che utilizzo per le zuppe di cereali) e ci ho provato!  🙂
E’ venuta buonissima! Non ci credevo nemmeno io! Ve la consiglio se avete gente a pranzo e/o cena! Farete un figurone e potete cucinare e mangiare qualcosa di diverso! 🙂

 

INGREDIENTI: 

wpid-20141129_113641.jpg

  • carne di 1 coniglio già tagliata a pezzi
  • 1 pugno abbondante di olive verdi
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 1 o 2 carote
  • 4 rametti di timo
  • 2 foglie di alloro
  • zafferano
  • olio extravergine di oliva
  • sale e peperoncino q.b.
  • pomodori secchi
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1/2 bicchiere d’acqua (eventuale)

 

 

PREPARAZIONE:

wpid-20141129_114428.jpg

Tritare finemente l‘aglio, la cipolla, il sedano e la carota. Farli soffriggere nell’olio extravergine di oliva caldo.

 

 

 

wpid-20141129_120052.jpg

Aggiungere la carne di coniglio e farla rosolare bene.

 

 

 

wpid-20141129_121241.jpg

Ora bisogna aggiungere lo zafferano, i pomodori secchi (io stavolta non li avevo e mi son dovuta accontentare del concentrato di pomodoro… 😥 ) e il vino bianco. Aggiungere o regolare di sale, girare per bene e far evaporare il vino tenendo la fiamma alta.

 

 

 

wpid-20141129_122159.jpg

Aggiungere le olive, il timo, l’alloro e il peperoncino, e ultimare la cottura a fiamma bassa utilizzando un coperchio.

 

 

 

wpid-20141129_132357.jpg

E questo è il risultato finale!  🙂
io ho servito il coniglio con del pane sotto! Potete utilizzare dei crostini! Così potete gustarvi tutto il sughetto del coniglio. Per una volta non pensiamo alle calorie!  😉

 

 

CONSIGLI:

  • è buonissimo se vengono utilizzati pomodori secchi; in questo caso però state attenti al sale! Assaggiate prima di aggiungerlo!
  • la stessa ricetta può essere utilizzata per cucinare il cinghiale e il capriolo. Mia mamma li prepara così e a lei vengono davvero buoni.
  • il timo è il segreto e l’ingrediente fondamentale della ricetta. Dà un buon sapore e in caso di cacciagione, toglie il sapore di selvatico che non piace a tutti!
  • pentola in coccio: io quando preparo stufati, zuppe di cereali o ragù la preferisco alla pentola tradizionale. Il suo utilizzo dà ai cibi una consistenza e un sapore particolare dovuti alla cottura lenta e uniforme. Io spengo la fiamma un po’ prima e lascio il coperchio in modo che il cibo continui a cuocere piano piano.

 

Straccetti di pollo con rucola e grana

20140602_203445

Eccomi qua amiche/amici! 🙂

Non ho fatto in tempo a poggiare il piumino che è già arrivata l’estate col caldo. Ieri le temperature hanno superato i 30°, quindi oltre a metter via i vestiti invernali, ho voglia di mangiare qualcosa di fresco. Ho pensato ad un secondo fresco, leggero e soprattutto veloce da preparare! Ovviamente con gli ingredienti a lattosio zero perché la mia simpaticissima amica intolleranza al lattosio non va mai in vacanza, purtroppo… 🙁

Ecco a voi la ricetta!  Buona cena! 🙂

 

INGREDIENTI:

  • petto di pollo tagliato a fettine sottili;
  • un mazzetto di rucola;
  • lodigrana senza lattosio Bella Lodi;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • olio extravergine di oliva;
  • vino bianco secco;
  • sale;
  • peperoncino in polvere;
  • un cucchiaino di aceto.

 

PREPARAZIONE:

20140602_195839

Tagliare le fettine di pollo a strisce sottili.

 

20140602_195846

In un recipiente fondo versare un po’ di olio extravergine di oliva, sale, uno spicchio d’aglio tagliato a metà, peperoncino in polvere, del vino bianco e un cucchiaino di aceto (per chi preferisce un gusto più forte, può metterne un cucchiaio).

 

20140602_195927

Mettere la carne di pollo e lasciare marinare per circa mezzora.

 

20140602_200346

Nel frattempo mettere la rucola in ammollo nell’acqua per farle perdere polvere e impurità. Io di solito aggiungo un po’ di bicarbonato di sodio per disinfettare le verdure, soprattutto quando non so la loro provenienza. 😉

 

20140602_201327

Asciugare bene la rucola con un tovagliolo da cucina rigorosamente pulito e tagliarla a pezzi (io adoro il sapore della rucola e per non pestarla troppo, di solito la taglio a pezzi grandi).

 

20140602_202112

Preparare anche la grana senza lattosio tagliandola a listarelle.

 

20140602_202606

Ora possiamo cuocere il pollo. Potete farlo in due modi: soffriggerlo con liquido della marinatura e cucinarlo per bene oppure a metà cottura potete buttare il liquido e farlo rosolare e “arrossire” bene dentro la padella antiaderente. Io sinceramente preferisco questa seconda possibilità. Mi piace il sapore “abbrustolito” del pollo e il fatto che resti molto croccante.

 

20140602_203213

A fine cottura dovrebbe risultare così! Lasciamolo intiepidire un paio di minuti e poi possiamo completare il nostro piatto. 😉

 

20140602_202557

 

In un piatto da portata sistemiamo la rucola e la grana, aggiungiamo un po’ di olio extravergine di oliva a crudo e poi adagiamo il pollo. Copriamo con altra rucola, poi grana e poi olio e il nostro piatto è pronto!

20140602_203445

Buon appetito! 🙂

 

CONSIGLI: 

Come ho già accennato all’inizio, è un piatto molto estivo, leggero e veloce da preparare. Si può mangiare caldo cucinato al momento ma è sfizioso anche da mangiare freddo; una variante della insalata di pollo che a breve preparerò e pubblicherò nel blog.

Pollo con birra e peperoni

Pollo birra e peperoni

Ciao a tutti!!! ?

Oggi vi propongo una ricetta facile e sfiziosa da preparare per cena.  Io di solito la cucino quando ho voglia di qualcosa di diverso e ho poco tempo a disposizione.  E’ un secondo di carne ed è completamente senza lattosio.  ?

INGREDIENTI:

  • 1 mazzetto di porri selvatici
  • 2 – 3 peperoni
  • 1 coppia di alette di pollo
  • 1 lattina di birra da 33 cl meglio se un po’ amara
  • Mix di spezie q.b. (io ho utilizzato curcuma, pepe nero, paprika, peperoncino, cumino)
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale fino q.b.

PREPARAZIONE:

Soffritto

In una pentola che sia abbastanza alta, mettere a soffriggere nell’olio extravergine di oliva il porro tritato.

Peperoni

Lavare molto bene i peperoni, tagliarli in due e togliere i semi e la parte bianca.

Peperoni a julienne

Affettare i peperoni a julienne.

Soffritto peperoni

Aggiungere i peperoni a julienne al soffritto di porri e mescolare bene facendo cucinare per un paio di minuti.

Soffritto pollo

Quando il porro selvatico e il peperone son soffritti, aggiungere le alette di pollo e continuate a soffriggere per un po’, facendo insaporire il pollo.

Soffritto birra

Ora aggiungere il mix di spezie e un pizzico di sale fino. Versare tutta la birra della lattina e mescolare per un po’. Coprire con un coperchio e lasciate che il pollo cucini. Quando il sughetto si sarà rappreso (di solito entro 20-25 minuti), il pollo con birra e peperoni è pronto.

CONSIGLI:

  • Porro selvatico: si può tranquillamente sostituire con 1/2 cipolla tagliata molto fine.
  • Alette di pollo: io le preferisco ma potete sostituire con le cosce di pollo.