Archivio Tag: zucchine

Risotto light salmone e zucchine

Risotto light salmone e zucchine…

Proseguono i miei esperimenti culinari mentre faccio la dieta. Ieri mi è venuta l’idea di provare il risotto salmone e zucchine ma in versione più light. Non ho utilizzato nessun latticino per mantecare il riso (burro o panna) ma una emulsione con olio evo, succo di mandarino, sale fino e pepe nero. L’idea mi è stata suggerita dalla bravissima blogger Maria del blog Mabka.it e la voglio ringraziare! Vi consiglio di andare a vedere il suo blog… Trovate un sacco di ricette interessanti, buonissime e semplici da preparare (provate a fare i suoi biscuffin, meritano sul serio!).

Il risotto light salmone e zucchine non contiene nessun latticino; può essere preparato/consumato tranquillamente da noi intolleranti al lattosio, anche da chi è in disintossicazione!

E ora ecco la ricetta!

INGREDIENTI:

  • 1 trancio di salmone
  • 60 gr di riso
  • 1 zucchina media
  • Succo di 1/2 mandarino
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Paprika q.b.
  • Sale fino q.b.

PREPARAZIONE:

Lavare il salmone, togliere le spine e tagliarlo a pezzi molto piccoli. Soffriggerlo con un po’ d’olio extravergine di oliva aggiungendo un pizzico di sale fino e di pepe nero. (foto 1).

Soffriggere il riso con un po’ di olio extravergine di oliva (voi potete abbondare ma io son a dieta, sigh!). Aggiungere il sale fino, la paprika e un po’ d’acqua bollente e lasciar cuocere per circa 10 minuti. (foto 2)

Grattugiare 1/3 della zucchina e unirla al riso in cottura. Tagliare la restante zucchina a rondelle e cuocerla al microonde con un pizzico di sale fino e olio evo. (foto 3)

Preparare l’emulsione con il succo di mezzo mandarino, 1 cucchiaino di olio extravergine di oliva, pepe nero e pochissimo sale fino.

Quando il risotto è quasi pronto, aggiungere il salmone e mescolare bene. Spegnere il fuoco e poi aggiungere l’emulsione al mandarino. (foto 4)

Servire caldo accompagnato dalle zucchine cotte tritate grossolanamente.

CONSIGLI:

  • Mandarino: ho apprezzato il suo sapore particolare, più dolce e delicato del limone. Se non lo avete in casa potete sostituire con succo di limone o arancia.
  • Salmone: penso sia il pesce più adatto ma va bene anche il pesce spada o anche i gamberetti sgusciati.
  • Spezie: sapete che io son una fan e le metto dappertutto. Qua però è importante salvaguardare il sapore particolare e delicato del salmone e del mandarino. Vi consiglio quindi di non eccedere per non coprire i sapori.

Carbonara di zucchine

Carbonara di zucchine…

Si si lo so che ho appena scritto una eresia e che la vera carbonara è solo quella con uova, guanciale, pecorino e pepe nero… Ma son a dieta! 😭😭😭 Quindi per ora la carbonara tradizionale me la devo scordare! E siccome “faccio di necessità virtù” e son solo al secondo giorno di dieta… Mi arrangio con gli ingredienti che ho a disposizione. 😉

Devo dire che il risultato è molto buono… Superiore alle aspettative! Ed è anche completamente senza lattosio, adatto sia agli intolleranti che a chi è in disintossicazione.

Un piccolo accorgimento… Causa dieta ho dovuto diminuire il quantitativo di pasta, però voi potete tranquillamente aumentare le dosi e farvi una bella mangiata! 😉

E ora ecco la ricetta! 😉

INGREDIENTI:

  • 60 gr di pasta
  • 10 gr di pangrattato speziato
  • 1 zucchina media
  • 1 uovo
  • 20 gr di olio extravergine di oliva
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.

PREPARAZIONE:

Il pangrattato speziato è una delle mie preparazioni base. Lo utilizzo per insaporire e/o per sostituire parte o tutto il formaggio nelle ricette. In questo caso, utilizzato al posto del formaggio, dona alla carbonara di zucchine un sapore leggero e particolare (per questo piatto ho utilizzato la versione “mediterranea”… trovate la ricetta completa nel link. 😉).

In una padella antiaderente, mettere il pangrattato speziato e farlo abbrustolire leggermente. Metterlo in una ciotola e tenerlo da parte.

Lavare bene la zucchina, tagliarla a julienne e adagiarla nel tegame antiaderente insieme all’olio extravergine di oliva e a un pizzico di sale fino e pepe nero. Cuocere a fuoco medio e, se ce ne fosse bisogno, aggiungere dell’acqua calda.

Nel frattempo mettere a bollire l’acqua e, quando le zucchine son oltre metà cottura, buttare la pasta; io di solito rispetto i tempi di cottura consigliati nella confezione perché son una fan della pasta al dente ma voi potete aumentare i minuti di cottura.

In una ciotola rompere l’uovo, aggiungere un po’ di sale fino e pepe nero e sbattere bene con una forchetta.

Scolare la pasta al dente, metterla nel tegame con le zucchine e mescolare bene. Aggiungere l’uovo sbattuto, il pangrattato speziato e mescolare bene. Servire caldo.

CONSIGLI:

La carbonara di zucchine preparata così è una versione light (anche se vi dirò che ho apprezzato davvero il sapore particolare e delicato); potete sostituire il pangrattato speziato con del formaggio grattugiato a lunga stagionatura (lattosio in tracce).

Gnocchi sardi con crema di verdure

Gnocchi sardi con crema di verdure…

Questo è quello che mi succede quando l’idea della solita pasta al sugo mi mette tristezza… Un po’ perché mangiare la passata di pomodoro aumenta la mia già alta istamina, un po’ perché mi annoio a mangiare sempre le stesse cose. Quindi cerco di variare sempre i piatti… Anche se gli ingredienti son gli stessi, la presentazione e i sapori posso cambiare. Basta un po’ di fantasia, qualche spezia in più e voilà! Il piatto è cambiato completamente! 😉 E poi è anche domenica… Quindi qualcosa di diverso ci sta bene! ✌️

Per gli gnocchi sardi con crema di verdure ho utilizzato la simil panna da cucina “Rice Cuisinedi Provamel così è completamente senza lattosio. Ho condito con formaggio grattugiato a lunga stagionatura che ha lattosio solo in tracce (se siete in disintossicazione potete sostituire con il pangrattato speziato); in questo modo non dovrebbe creare problemi alla maggior parte degli intolleranti al lattosio.

Ecco la ricetta! 😉

INGREDIENTI:

  • 80 gr di gnocchetti sardi (io uso quelli fatti da me)
  • 1 peperone medio
  • 1 zucchina media
  • 1 melanzana media
  • 100 gr circa di simil panna Rice Cuisine Provamel (va benissimo una qualsiasi panna vegetale o a ridotto contenuto di lattosio)
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • Sale fino q.b.
  • Peperoncino q.b.

PREPARAZIONE:

Lavare bene la zucchina, il peperone e la melanzana. Togliere i semini al peperone e tagliare tutte le verdure a dadini. Aggiungere il sale fino, il basilico e lo zafferano sciolto in un bicchiere d’acqua. Cuocere a fuoco moderato con coperchio per circa mezzora o finché le verdure son diventate molli e si sfaldano.

Mettere l’acqua a bollire e cuocere gli gnocchi sardi.

Frullare le verdure e metterle in una padella capiente. Aggiungere la panna vegetale (o quella a ridotto contenuto di lattosio) e mescolare bene. Aggiustare di sale e di pepe nero.

Scolare gli gnocchi al dente e farli saltare nella crema di verdure. Aggiungere un cucchiaio di olio extravergine di oliva e un cucchiaio di formaggio grattugiato a lunga stagionatura e mescolare bene.

Servire caldi.

CONSIGLI:

  • Pasta: ho utilizzato gli gnocchi sardi perché fatti da me con pasta all’uovo. Restano porosi e assorbono bene la salsetta di verdure. Va bene qualsiasi tipo di pasta all’uovo (tagliatelle, lasagne, etc).
  • Panna di riso: non era malvagia ma aveva un sapore particolare. Nel complesso mi è piaciuta e io son in fase lattosio zero. Però potendo, avrei preferito utilizzare una panna a ridotto contenuto di lattosio (es. la Granarolo che ne contiene solo lo 0,01%). La trovo più neutra; la panna di riso tende a coprire un po’ il sapore delicato delle verdure.

Cuscus con verdure grigliate

Cuscus con verdure grigliate…

Il cuscus o cuscussú o couscous (in francese) è un piatto tipico del Nord d’Africa e della Sicilia (e rassomiglia molto anche alla nostra fregola sarda). Son dei minuscoli granelli di semola cotti a vapore e poi conditi con verdure, spezie o anche carne.

La ricetta del cuscus con verdure grigliate mi è venuta in mente ieri sera quando, frugando in dispensa, ho trovato una confezione di cuscus precotto. Avevo delle verdure da consumare e allora mi son messa all’opera… Aspettate! Devo dirvi la verità: in effetti di “opera” ce n’è voluta davvero poca! Ho solo lavato e tagliuzzato le verdure prima di metterle in forno e poi ho condito il cuscus e l’ho messo nel contenitore con chiusura ermetica per portarlo oggi al lavoro. Mi aspettavo qualcosa di buono ma non una cosa così deliziosa, profumata, leggera e che sazia. È proprio vero che le cose più semplici son anche le più buone! 😉

Il cuscus con verdure grigliate era ottimo! Completamente senza lattosio e quindi adatto a tutti gli intolleranti al lattosio, anche a chi è ancora in disintossicazione.

E ora… Ecco la ricetta! 👍🏽

INGREDIENTI:

  • 80 gr di cuscus precotto
  • 100 ml di acqua bollente
  • 1 cucchiaio di dado vegetale
  • 1 melanzana media
  • 1 zucchina media
  • 1 peperone rosso medio
  • 1 ciuffo di basilico fresco
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale fino q.b.
  • Paprika q.b.
  • Curcuma q.b.
  • Cumino q.b.

PREPARAZIONE:

Lavare bene le verdure (zucchina, melanzana e peperone) e tagliarle a cubetti non troppo grandi. Aggiungere l’olio extravergine di oliva, il sale fino, il basilico e cuocerli in microonde con la funzione Crisp (o in alternativa nel forno tradizionale) per circa 20 minuti.

Pesare il cuscus e metterlo in padella aggiungendo un cucchiaino di olio extravergine di oliva. In un recipiente aggiungere un cucchiaio di dado vegetale alla acqua bollente, miscelare bene e aggiungere tutto al cuscus. Tappare il tegame e lasciar riposare per due minuti. Stappare il tegame, aggiungere un cucchiaio di olio extravergine di oliva e sgranare bene il cuscus con una forchetta. Condire con le verdure grigliate e aggiungere un pizzico di sale fino e le spezie.

CONSIGLI:

  • Spezie: scegliete voi quelle che preferite! Curcuma, paprika, cumino, curry daranno un sapore più forte e più orientale o “esotico”. Alloro, salvia, rosmarino, timo, basilico daranno un sapore più delicato e più “mediterraneo”.
  • Verdure: io ho utilizzato quelle che avevo in frigo e che son tra le mie preferite. Potete aggiungere anche le carote o quelle che vi piacciono di più.
  • Carne/pesce: si possono aggiungere tranquillamente. Anzi noi in Sardegna la fregola la prepariamo soprattutto con il pesce. Io sinceramente preferisco il cuscus così con verdure e spezie.
  • Cottura: stavolta ho utilizzato il cuscus precotto ma vorrei davvero imparare a farlo e cuocerlo nella maniera tradizionale. Chissà se incontrerò qualcuno che me lo possa insegnare. Io continuo a sperare! 😉

Polpette di zucchine

Polpette di zucchine…

Mi son venute in mente per pranzo. Indovinate un po’? Ho il frigo pieno di zucchine! 😁😁😁 E poi avevo un po’ di patate lesse macinate da consumare…

E quindi vai con le polpette di zucchine! È una ricetta velocissima da preparare e anche molto leggera e non troppo calorica. Non ha uova, burro, latte e quindi nemmeno lattosio. Noi intolleranti al lattosio possiamo mangiarla senza problemi ma con un unico accorgimento: io ho aggiunto un cucchiaio di formaggio grattugiato a lunga stagionatura (lattosio in tracce) ma se siete in disintossicazione potete ometterlo senza problemi! 😉

Ecco la ricetta!

INGREDIENTI:

  • 1 zucchina media
  • 200 gr circa di patate lesse macinate
  • 1 cucchiaio di formaggio grattugiato a lunga stagionatura (lattosio in tracce)
  • Pane grattugiato
  • Sale fino q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Basilico fresco q.b.
  • Menta fresca q.b.

PREPARAZIONE:

Lavare bene la zucchina e grattugiarla. Prendere un colapasta coprire con uno strofinaccio da cucina pulito e mettere la zucchina grattugiata a scolare così perde un po’ dell’acqua.

Nel frattempo lessare le patate e poi macinarle (io stavolta le avevo già pronte 😉).

Preparazione

In un tegame mettere le zucchine, le patate lesse grattugiate, il formaggio grattugiato a lunga stagionatura, il basilico e la menta freschi, sale e pepe nero e mescolare bene. Aggiungere il pane grattugiato e mescolare bene. State molto attenti alla consistenza. A me piacciono belle sode e che non si sfaldino quando, in cottura, le devo girare.

Preparazione delle polpette

Con l’impasto formare delle palline tonde di medie dimensioni.

Pronte da cuocere

Io ho deciso di cucinarle al microonde con la funzione crisp (così son più leggere) ma si possono pure friggere; saranno un po’ più caloriche ma anche più buone.

Ungere il piatto crisp con un tovagliolo imbevuto di olio extravergine di oliva. Schiacciare le polpette di zucchine e farle cuocere con la funzione crisp per circa 8 – 10 minuti girandole almeno una volta.

Eccole qua! 😉

CONSIGLI:

Con la stessa ricetta si possono fare le polpette di melanzane… Di zucchine e carote… Di peperoni… Ma anche di bietole e carote… O broccoli.

Risotto con zucchine e gorgonzola

Risotto con zucchine e gorgonzola…

Che volete che vi dica??? Siamo in piena estate e in piena produzione di zucchine… Ho l’orto pieno, il frigo pieno e parenti e amici che mi chiedono continuamente se ho bisogno di zucchine… Vi giuro che quest’anno (come mai prima d’ora) ho davvero testato sul campo la versatilità del zucchine. 😂😂😂 Stavolta ho preparato un risotto semplice e veloce. Avevo in frigo un pezzetto di polpa d’agnello; troppo poco per cucinarlo come secondo e allora mi è venuta l’idea di farci un risotto. L’idea di aggiungere le zucchine mi è venuta mentre mescolavo il risotto e allora ecco qua la ricetta del risotto con zucchine e gorgonzola. Semplice, veloce e gustosa. La cosa che mi ha stupito (e mi è piaciuta molto) è la consistenza e la cremosità che il gorgonzola ha conferito al risotto… Ricetta promossa a pieni voti! 👍

Due parole veloci sul gorgonzola e il lattosio. Devo essere sincera… Non avevo mai mangiato gorgonzola prima di quest’anno… Tutte le volte che l’ho assaggiato non mi è piaciuto. Però chissà perché ultimamente ero curiosa di riprovare. Anche perché ha un contenuto di lattosio inferiore agli altri formaggi freschi (pare che quei batteri o quelle muffe attacchino e digeriscano sorte del lattosio… E infatti mi son diventati simpatici!😁😁😁). Comunque l’altro giorno il mio amico macellaio (quello che mi rifornisce di qualsiasi prodotto a ridotto contenuto di lattosio) mi ha tentato con il gorgonzola a ridotto contenuto di lattosio e io che son curiosona (e golosona) ho ceduto subito. Morale della favola… Ne ho utilizzato un pochino per guarnire le crepes di zucchine e oggi nel risotto. Devo dire che sto benissimo, nessun effetto collaterale. Quindi per me è ok e spero lo sia per la maggior parte di voi amici intolleranti. State però attenti se siete in disintossicazione.😉 Per il resto ho aggiunto un cucchiaio di formaggio grattugiato a lunga stagionatura con lattosio in tracce (ma questo potete pure ometterlo).

E ora… Ecco la ricetta!😉

INGREDIENTI:

  • 80 gr di riso
  • 1 pezzetto di polpa di agnello
  • 1 zucchina media
  • 1 cucchiaio di formaggio grattugiato a lunga stagionatura (lattosio in tracce)
  • Gorgonzola q.b. (ridotto contenuto di lattosio)
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Sale fino q.b.

PREPARAZIONE:

Tagliare a pezzetti piccoli la carne d’agnello e farla soffriggere con l’olio extravergine di oliva. Aggiungere il riso e farlo insaporire un po’. Aggiungere il sale fino, un po’ di acqua calda e mescolare bene.

Lavare la zucchina e grattugiarla. Avvolgere la polpa in uno strofinaccio di cotone e strizzare bene in modo da farle perdere un po’ d’acqua. Aggiungere al riso a metà cottura e mescolare bene.

Quando il riso è al dente, spegnere il fuoco e aggiungere un cucchiaio di olio extravergine di oliva, un cucchiaio di formaggio grattugiato a lunga stagionatura e un bel pezzo di gorgonzola. Mescolare tutto e servire caldo.

CONSIGLI:

  • Carne: Come avete notato nell’elenco degli ingredienti stavolta (stranamente) non ho usato le spezie. Ma semplicemente perché il pezzetto di carne d’agnello che avevo in frigo era già condito e speziato. Voi potete utilizzare le spezie che preferite e se non avete agnello va benissimo anche il manzo o la pancetta.

Gnocchetti con zucchine, pomodorini e basilico

Gnocchetti con zucchine, pomodorini e basilico…

Siamo in piena estate… L’orto e il frigo son pieni di verdure e di spezie di ogni tipo… Soprattutto zucchine! Vedo zucchine dappertutto! E ho il frigo pieno. Le ho preparate in tutti i modi possibili: frittelle, frittate, crepes, torte salate, quiche, riso, pesto… Stavolta, complice il caldo, ho deciso di cucinare in modo semplice, “a cassola”, insieme a pomodorini e basilico e di condire i gnocchetti. Per rendere tutto più saporito, ho scolato i gnocchetti 5 minuti prima dell’orario di cottura e l ho finiti di cuocere insieme alle verdure aggiungendo poca acqua di cottura ogni tanto (è lo stesso procedimento del risotto😉).

I gnocchetti con zucchine, pomodorini e basilico contengono solo tracce di lattosio (nel formaggio grattugiato stagionato che ho utilizzato per condirli). Se siete in disintossicazione potete sostituire il formaggio grattugiato con del pane grattato che va fatto leggermente abbrustolire in un tegame antiaderente.

Ecco la ricetta! 😉

INGREDIENTI:

  • 200 gr di gnocchetti sardi
  • 1 zucchina medio Grande
  • 10 pomodorini (ciliegina)
  • 1 rametto di basilico
  • 3 – 4 cucchiai di formaggio grattugiato a lunga stagionatura (lattosio in tracce)
  • 1 bustina di zafferano
  • Sale fino q.b.
  • Peperoncino q.b.

      PREPARAZIONE:

       Lavare bene la zucchina e tagliarla in quattro pezzi nel senso della lunghezza e poi a dadini. Adagiare in un tegame antiaderente e aggiungere i pomodorini precedentemente lavati e tagliati a cubetti, il basilico fresco, il sale, il peperoncino e lo zafferano sciolto in un bicchiere d’acqua.

      Mettere l’acqua a bollire e cuocere i gnocchetti sardi. Nel frattempo controllare le zucchine e, se fosse necessario, aggiungere ancora dell’altra acqua calda. Scolare i gnocchetti 5 minuti prima della fine della cottura e farli cuocere insieme alle zucchine. Se fosse necessario, aggiungere qualche cucchiaio dell’acqua di cottura degli gnocchi.

      Spegnere la fiamma e condire con olio extravergine di oliva e formaggio grattugiato a lunga stagionatura. 

      Si possono mangiare sia caldi che tiepidi.


      CONSIGLI
      :

      Verdure: si possono aggiungere anche peperoni e/o melanzane. Così verrà ancora più saporita. 😉


      Riso freddo con verdure e gamberi

      Riso freddo con verdure e gamberi…

      II giorni di maestrale e sollievo son finiti… E siamo ricaduti nella solita afa estiva… 😢😢😢 E io son sempre qua ad inventare qualcosa di fresco e di diverso da mangiare. Soprattutto quando ho gente a cena e nessuno ha voglia di mangiare le solite cose calde. Il riso freddo con verdure e gamberi è una ricetta molto semplice e da gustare nelle calde sere estive, magari apparecchiando in terrazza. 😉 È completamente senza lattosio, quindi noi intolleranti possiamo mangiarla senza problemi. 

      E ora ecco la ricetta! 😉

      INGREDIENTI:

      • 10 – 12 gamberi
      • Succo di 1 arancia
      • 200 gr di riso
      • 1 peperone rosso o giallo
      • 1 zucchina
      • Olio extravergine di oliva q.b.
      • Aceto balsamico q.b.
      • Sale fino q.b.
      • Pepe nero q.b.
      • Basilico fresco q.b.
      • Menta fresca q.b.

       

      PREPARAZIONE:

      Sgusciare i gamberi e farli macerare in una salsa composta succo d’arancia, aceto balsamico, sale fino, pepe nero e olio extravergine di oliva.
      Lavare e tagliare a cubetti il peperone e la zucchina. Aggiungere olio extravergine di oliva, sale e pepe nero e cucinare ( io ho utilizzato il crisp del microonde ma si possono cucinare anche in padella). Bollire il riso in abbondante acqua salata, scolarlo e sciacquarlo nell’acqua fredda (così non stracuoce e perde un po’ di amido). Condire il riso con le verdure, aggiustare di sale e pepe e aggiungere il basilico e menta freschi precedentemente tritati. Infilare i gamberi negli spiedini e grigliare da ambo le parti per un paio di minuti. Lasciar raffreddare, comporre il piatto e servire freddo.

      CONSIGLI:

      Gamberi: a me piacciono molto ma si possono sostituire anche con il salmone che va prima saltato in padella con sale, pepe e un goccio di brandy.

      Fiori di zucca in pastella

      Fiori di zucca in pastella

      Guardate che meraviglia! 😍

      Un grande classico della cucina italiana che mi riporta indietro nel tempo a quando ero piccina e mia nonna mi portava a raccogliere le verdure nell’orto… Mi ricorda il caldo d’estate (che era piacevole, mica questa afa brutta)… Il frinire delle cicale… Il profumo delle piante della macchia mediterranea e i sapori di tante cose buone…

      Io e mia mamma adoriamo le zucchine e ci divertiamo a prepararle in vari modi. In questo preciso istante lei sta preparando un buonissimo tortino di zucchine mentre a me è stato affidato il compito di preparare i fiori di zucca in pastella.

      C’è chi li fa ripieni, chi li impana e li frigge ma io oggi voglio cucinarli in maniera semplice, in modo da risaltarne il sapore delicato e particolare. Preparerò una pastella con pochi ingredienti (acqua gassata, farina, sale e pepe q.b.) che è totalmente senza lattosio, quindi noi intolleranti possiamo mangiarla senza problemi.😉

      Vi devo chiedere scusa ma questa ricetta non ha le dosi esatte. Essendo una ricetta tramandata da mia mamma e da mie nonne, non conosco le dosi ma si fa tutto “ad occhio”. 

      Ecco la ricetta!

      INGREDIENTI:

      • Un mazzetto di fiori di zucca
      • Acqua gassata q.b.
      • Farina 00 q.b.
      • Sale fino q.b.
      • Pepe nero q.b.


      PREPARAZIONE:

      Fiori di zucca stesi ad asciugare

      Aprire e lavare bene i fiori di zucca. Stenderli ad asciugare sopra un tovagliolo di stoffa.

      Preparazione della pastella

      In una insalatiera mettere la farina 00, un po’ di sale fino e pepe nero e mescolare bene. Aggiungere a poco a poco l’acqua gassata e mescolare in modo che non si creino grumi. La consistenza della pastella non deve essere troppo liquida, altrimenti scivola via dai fiori di zucca durante la cottura.

      Frittura dei fiori di zucca

      Immergere i fiori di zucca nella pastella e friggerli in abbondante olio bollente.

      Eccoli qua! 😉


      CONSIGLI:

      Pastella: con la stessa pastella si possono friggere altre verdure come zucchine, cipolle, carciofi, asparagi, carote etc. O anche tutte insieme e servirle come antipasti. 

      Quiche di zucchine

      Qiuiche di zucchine

      Come Quando Fuori… Afa!!! 😫 E io non so davvero cosa preparare per cena. Ci son 40 gradi all’ombra e la mia voglia di accendere fornelli (o peggio forno) è pari alla (mia) voglia di correre la maratona di New York… Sotto lo zero ma proprio sotto sotto. E’ uno di quei rari momenti che maledico la mia intolleranza al lattosio e l’istamina alle stelle. In questo momento un qualsiasi latticino fresco accompagnato dai pomodori (che non posso mangiare ovviamente) avrebbero risolto tutti i miei problemi… Ma non è possibile, ahimè! E mentre sogno la caprese, cerco di inventarmi qualcosa per cena. In freezer trovo la pasta sfoglia, ho il frigo strapieno di zucchine e trovo pure l’ultima confezione di panna a ridotto contenuto di lattosio (0,01) della Granarolo e un rimasuglio di prosciutto cotto. E allora perché non provare a cucinare una quiche di zucchine? Cucinare… Si ho detto cucinare! Mi sento coraggiosa! Ce la posso fare! Comunque vi confesso che sceglierò il male minore rispetto a fornelli e forno… La funzione crisp del mio microonde Whirlpool! 😉

      Stavolta però la mia ricetta non sarà a lattosio zero ma a ridotto contenuto di lattosio (0,01 la panna e in tracce nel parmigiano reggiano grattugiato a lunga stagionatura). Non dovrebbe dar fastidio alla maggior parte degli intolleranti al lattosio ma se siete in disintossicazione, evitate i delattosati. Potete sostituire il formaggio grattugiato con il pane grattugiato e la panna a ridotto contenuto di lattosio con una vegetale.

      E ora, ecco la ricetta!

       

      INGREDIENTI:

      • 1 rotolo di pasta sfoglia con grassi vegetali (e quindi senza lattosio)
      • 1 zucchina media
      • 1 confezione di panna a ridotto contenuto di lattosio (0,01) Granarolo da 100 ml
      • 3 fette di prosciutto cotto
      • 2 cucchiai di parmigiano reggiano a ridotto contenuto di lattosio
      • sale fino q.b.
      • pepe nero q.b.

       

       

      PREPARAZIONE:

      Zucchine grattugiate, panna a ridotto contenuto di lattosio, sale fino, pepe nero

      Srolotare la pasta sfoglia e lasciarla all’aria per circa mezzora. Nel frattempo lavare bene la zucchina e grattugiarla. Aggiungere la panna a ridotto contenuto di lattosio, il sale fino,il pepe nero e mescolare bene.

       

      Parmigiano reggiano grattugiato a lunga stagionatura

       

      Aggiungere il parmigiano reggiano grattugiato a lunga stagionatura e mescolare bene.

       

      Ripieno

      Aggiungere il prosciutto cotto tagliato a pezzettini e mescolare bene. Ora il ripieno è pronto.

       

       

      Pronta da cucinare

      Sistemare la pasta sfoglia su una teglia da forno, riempire con il ripieno, sollevare gli angoli e cuocere in microonde con la funzione crisp per circa 15 minuti (oppure in forno statico a 180°C per circa mezzora).

       

      Eccola qua!

      CONSIGLI:

      • Verdure: la stessa ricetta può essere utilizzata per preparare una quiche di peperoni oppure peperoni, tonno e pomodori (in questo caso usate mozzarella a ridotto contenuto di lattosio al posto della panna 😉). Ma anche con melanzane o bietole o spinaci o asparagi.
      • Alternative al prosciutto cotto: una versione estiva molto buona è la quiche di salmone e zucchine o gamberetti e zucchine. In tutti e due casi da preparare senza formaggio.