Archivio Tag: arancia

Chiffon cake (torta fluffosa)

Chiffon cake

In questo periodo son circondata da persone entusiaste per la chiffon cake… E chissà perché mi ero immaginata questa torta difficilissima da preparare; forse il nome chiffon cake mi dava quella impressione! Ma son una stupida! In effetti è un dolce americano e non francese! E sappiamo bene quanto gli americani siano sbrigativi (e in un certo senso pure geniali!). Mica perdono tempo in ricette troppo elaborate. Di solito in un tegame mettono tutti gli ingredienti solidi, in un altro tutti quelli liquidi e poi mescolano tutto insieme e… Le ricette son buonissime! E in effetti la chiffon cake segue lo stesso principio, solo che in più bisogna montare gli albumi a neve (ma non è un problema). La caratteristica principale (e anche quella che mi è piaciuta di più) è la totale mancanza di lattosio. In questa torta non c’è nessun latticino e quindi noi intolleranti al lattosio possiamo mangiarla senza problemi! Anche chi è in disintossicazione.

Devo precisare una cosa importantissima… La chiffon cake non va cotta nelle normali teglie ma si deve utilizzare l’apposita teglia in alluminio per chiffon cake, questa qua:

E ora ecco la ricetta!

INGREDIENTI:

  • 290 gr di farina 00
  • 300 gr di zucchero
  • 200 ml di succo d’arancia
  • 120 ml di olio extravergine di oliva
  • 6 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 5 gr di cremor tartaro
  • 1 cucchiaino di cannella
  • scorza grattugiata di una arancia
  • 20 gr di cioccolato fondente
  • Zucchero a velo (per guarnire)
  • Scorza d’arancia caramellata (per guarnire)
  • 20 gr di cioccolato fondente (per guarnire)

PREPARAZIONE:

 

Scorza d’arancia caramellata

Grattugiare la scorza di una arancia. Spremere le due arance per il succo e da quella rimasta con la buccia, ricavare delle striscioline di scorza che vanno pesate e messe a bollire con un po’ d’acqua (così perde l’amaro e diventa morbida). Scolare l’acqua e preparare lo sciroppo per caramellare la scorza utilizzando la stessa quantità di zucchero e acqua del peso iniziale della scorza. Mettere lo sciroppo al fuoco e, quando lo zucchero si è sciolto, aggiungere le scorzette e cuocere finché l’acqua non evapora.

 

 

Cioccolato fondente

 

Tagliare il cioccolato fondente a pezzetti molto piccoli e metterlo da parte.

 

 

Ingredienti solidi

Mettere lo zucchero in un recipiente e aggiungere tutti gli ingredienti solidi (farina 00, lievito, cannella, sale) dopo averli setacciati per bene.

 

Ingredienti liquidi

Separare l’albume dai tuorli. Lavorare i tuorli e poi aggiungere gli ingredienti liquidi (olio evo e succo d’arancia).

 

Versare piano piano gli ingredienti liquidi nel recipiente degli ingredienti solidi e mescolare bene in modo che non si creino grumi.

 

Aggiungere il cioccolato a pezzetti e la scorza d’arancia grattugiata.

 

Albumi montati a neve

Montare gli albumi a neve ben ferma (quando si rovescia il tegame devono restare immobili) e quando son già sodi aggiungere il cremor tartaro.

 

Incorporare gli albumi al resto dell’impasto girando dal basso verso l’alto (così l’impasto resta più soffice e spumoso).

 

Versare nell’apposita teglia e cuocere con forno statico a 160°C per circa 70 minuti. Quando è cotta, rovesciare la teglia e lasciare che si raffreddi capovolta (si dovrebbe staccare). Se non si stacca, passare un coltello nei bordi e al centro in modo da staccare completamente la torta.

 

Ora non ci resta che decorare la nostra Chiffon cake! Spolverizzare con lo zucchero a velo, poi aggiungere le scorzette d’arancia caramellate e infine il cioccolato fondente fuso a bagnomaria.

 

CONSIGLI:

La chiffon cake ha tantissimi pregi… E’ morbidissima, leggera ed è completamente senza lattosio. Un altro bellissimo pregio è la sua versatilità! Qua proprio ci si può scatenare con diversi abbinamenti: i 200 ml di succo d’arancia possono esser sostituiti con qualsiasi tipo di acqua o the aromatizzati e al posto del cioccolato fondente ci può andare la frutta secca o l’uvetta o quello che preferiamo noi. Io sto già pensando alla prossima con the alla menta e cioccolato oppure con cocco e menta… Vedremo!

 

 

 

 

Muffin arancia, cioccolato e cannella

Muffin arancia, cioccolato e cannella…

Cercavo qualcosa di veloce da preparare per colazione e mi son imbattuta per caso nella ricetta dei muffin arancia e gocce di cioccolato della bravissima blogger Benedetta di “Fatto in casa da Benedetta”.

Questa ricetta mi è piaciuta molto perché è veloce da preparare e utilizza l’olio al posto del burro ed è completamente senza lattosio, quindi adatta per noi intolleranti e per chi è in fase di disintossicazione. Ho personalizzato la ricetta aggiungendo la cannella e aumentando le dosi di cioccolato. Ed ecco qua la mia ricetta!

INGREDIENTI:

  • 2 uova
    120 g di zucchero
    Scorza grattugiata di metà arancia
    succo di 1 arancia (70ml circa)
    220 g di farina 00
    1/2 bustina di lievito
    50 ml di olio extravergine di oliva
  • 50 gr di cioccolato fondente
  • Cannella q.b.
  • Noce moscata q.b.
  • Un pizzico di sale fino

PREPARAZIONE:

Lavorare bene le uova con lo zucchero in modo da ottenere un impasto spumoso.

Aggiungere la scorza d’arancia, la noce moscata, la cannella, il succo d’arancia e l’olio extravergine di oliva. Mescolare bene.

Aggiungere la farina 00 setacciata e mescolare bene in modo che non si formino i grumi. Infine aggiungere il lievito per dolci e amalgamare bene il tutto.

Riempire i pirottini per 2/3 della capienza, mettere un pezzo di cioccolato fondente.

Infornare a 175°C per circa 20 – 25 minuti o finché son cotti. Prima di togliere dal forno fare la prova stecchino.

CONSIGLI:

Cioccolato fondente: potete tagliarlo a pezzetti e metterlo in mezzo all’impasto. Una seconda idea è sostituire il pezzetto di cioccolato con un cucchiaino (abbondante) di nocciolata Rigoni senza latte. Terza idea sostituirlo con pezzetti di banana o di mela.

Marigossos (meringhe sarde)

È uno di quei dolci che fanno parte dalla mia vita da sempre. È un dolce tradizionale che viene fatto spesso a casa mia e in Sardegna in generale. Mia mamma in modo particolare lo fa spesso anche solo per utilizzare gli albumi che avanzano quando prepariamo la crema pasticcera. Ha pochissimi ingredienti (albume, zucchero, buccia secca di arancia, frutta secca e vanillina) ed è completamente senza lattosio. Vi confesso che quando ci son matrimoni o cerimonie è tra i miei dolci preferiti e lo posso mangiare senza problemi. 😉
I marigossos non son difficili da preparare e il segreto sta nel montare molto ma molto bene gli albumi con lo zucchero; solo così il dolce resterà sodo all’esterno e morbido all’interno (come una crema) e assumerà la forma tradizionale col ricciolo in punta. Per questo vi consiglio di utilizzare una planetaria o un frullatore bello potente.

L’ho già scritto ma lo ripeto: i marigossos son completamente senza lattosio e noi intolleranti possiamo mangiarli senza problemi! 😊😊😊

Ecco la ricetta! 😉



INGREDIENTI
:

  • 6 albumi (180 gr circa)
  • 110 gr noci
  • 500 gr zucchero
  • 2 Vanillina
  • Buccia secca d’arancia
  • Diavolini o diavoletti per guarnire

      PREPARAZIONE:

      Albumi montati a neve con lo zucchero

      Lavorare (molto bene) a neve gli albumi d’uovo con lo zucchero; la loro consistenza deve essere molto soda.

      Noci spezzettate

      Tritare le noci in maniera non troppo sottile, a pezzetti piccoli.

      Buccia secca d’arancia e vanillina

      Aggiungere la buccia secca d’arancia e la vanillina e mescolare bene. Infine aggiungere le noci spezzettate e mescolare bene.

      Pronti da infornare

      Foderare una teglia con la carta da forno e, con l’aiuto di un cucchiaio o di una forchetta, versare un po’ di composto creando sulla punta un “ricciolo”. Questo è il metodo tradizionale che usa mia mamma. Io preferisco il sac-à-poche. Guarnire con i diavoletti (palline di zucchero colorato) e infornare a 120°C per mezzora o poco più. Son pronti quando son leggermente dorati e si staccano dalla teglia.

      Eccoli qua! 😉

      CONSIGLI:

      Noci: io le uso perché tra la frutta secca son quelle che preferisco. Ma si possono usare anche le nocciole o le mandorle.

      Buccia secca d’arancia: è quella che da un sapore particolare ai marigossos; se non ce l’avete si può sostituire con quella fresca o con la buccia di limone.

      Torta alla carota

      La torta alla carota mi riporta indietro di un bel po’ di anni… Alla mia vita da studentessa universitaria quando, con le mie coinquiline, ci divertivamo a cucinare e a inventare cibi e pietanze varie. E più difficile o terribile era l’esame… E più noi cucinavamo complicato. Il top l’abbiamo raggiunto quando la notte prima degli esami (statistica per me e anatomia patologica per la mia coinquilina/amica), le altre due ragazze ci hanno trovate che, a notte fonda, friggevamo gli intrigoni di carnevale. 😂😂😂 La pazzia era compiuta! I dolci davvero buoni ma l’esame? Passato per tutti e due per fortuna! 

      Le nostre specialità erano le torte: la paradiso, con cocco, con carota, la torta di mele e così via. Penso che in quegli anni ne abbiamo inventate e preparate davvero tante! Ogni mattina la colazione era una bontà! 

      Chissà perché mi è venuto in mente in questi giorni… Sarà perché è periodo di esami? Sarà un po’ di nostalgia per quei bellissimi anni? Saranno gli anta che bussano prepotentemente alle porte?… Non lo so! Però la torta alla carota è venuta buonissima! 😋

      La torta alla carota è una torta semplice, buona leggera e perfetta per colazione. Nei suoi ingredienti non è presente lattosio (nemmeno in tracce), quindi noi intolleranti possiamo mangiarla senza problemi. 

      Io stavolta ho voluto preparare la torta alla carota in modo un po’ diverso… Ho preparato delle tortine che ricordano le “Camille” della Mulino Bianco.

      Ecco la ricetta!

      INGREDIENTI:

      • 4 uova
      • 300 gr di farina 00
      • 200 gr di zucchero semolato
      • 200 gr di carote tritate
      • 100 ml di succo d’arancia
      • 100 ml di olio extravergine d’oliva
      • 1 bustina di Lievito per dolci
      • Noce moscata un pizzico
      • 1 cucchiaino di cannella

        PREPARAZIONE:

        Accendere il forno a 175 °C statico (o seguite le istruzioni del vostro forno). Lavare e pelare le carote. Dovrebbero bastare 3 carote medie. Tritarle e mettere da parte 200 gr.

        In un tegame capiente rompere le uova, aggiungere lo zucchero e frullare bene per circa 5 minuti.

        Aggiungere l’olio extravergine d’oliva e continuare a frullare. Spremere due arance medie e ricavare 100 ml di succo d’arancia (il resto l’ho bevuto io! W la vitamina C). Aggiungere il succo d’arancia all’impasto e continuare a frullare.

        Incorporare la farina 00 a poco a poco, stando attenti affinché non si formino grumi e continuare sempre a frullare. Ora aggiungere il lievito e frullare bene.

        Aggiungere le carote tritate, la noce moscata e la cannella e mescolare bene con movimento dal basso all’alto in modo che le carote vengano incorporate nell’impasto. Io ho utilizzato un cucchiaio di legno che uso esclusivamente per preparare i dolci.

        Foderare con la carta da forno una tortiera (se volete preparare la torta alla carota classica) oppure spennellare con un po’ di burro fuso a ridotto contenuto di lattosio le formine per le Camille. Spolverare con un po’ di farina 00 e versare dentro due cucchiai di impasto che non deve mai superare la metà della formina. Ogni tanto ricordarsi di dare una mescolata generale.

        Infornare a 175°C in forno statico per circa 20 minuti o mezzora. La torta di carote sarà pronta quando sarà bella dorata. Fare sempre la “prova dello stecchino” e pungere le Camille: quando lo stecchino fuoriesce completamente pulito allora son pronte. 

        Eccole qua!



        CONSIGLI:

        Zucchero a velo: ci sta benissimo sopra per guarnire e di sicuro la torta alla carota così è più bella da vedere. Io non l’ho messo perché la mattina son particolarmente imbranata e rischio di sporcare i vestiti.

        Torta intera: se avete poco tempo potete preparare una torta singola, il gusto della torta alla carota non cambia! Io ho optato per le tortine perché anche se perdo un po’ di tempo nella preparazione poi son più facili da ritirare e congelare. Tenete presente che con queste dosi son venute circa 26 tortine.

        Filetti di sogliola all’arancia

        Oggi vi presento una ricetta semplice semplice, i filetti di sogliola all’arancia.

        Sta arrivando l’estate e visto che si sta avvicinando la tanto temuta prova costume, ho deciso di stare un po’ più attenta alle calorie… O almeno ci provo!  😉
        Confesso di essermi abbuffata di pastiera napoletana (preparata insieme alla nostra amica napoletana) e quindi ora cerco (inutilmente) di correre ai ripari mangiando in modo più leggero e meno calorico. Però chi lo dice che la dieta deve essere per forza triste o con cibo insapore? La sogliola è un pesce dalle buone qualità: poche calorie e ha una buona consistenza, ma perché dobbiamo mangiarlo sempre in bianco o alla parmigiana?

        Ho trovato un modo alternativo e molto saporito di cuocere la sogliola… E’ una ricetta semplice, ipocalorica (ho messo olio extravergine di oliva solo a fine cottura), colorata e allegra e non contiene assolutamente nessun cibo con lattosio. Quindi chi, come me, è intollerante al lattosio, può mangiare senza problemi.

        Ecco a voi la ricetta!  🙂

         

        INGREDIENTI:

        • 2 sogliole di medie proporzioni
        • 1 arancia
        • 1 cucchiaio di trito misto (aglio, cipolla, sedano e carota)
        • 1 cucchiaio di aceto balsamico
        • 2 cucchiai di pane grattugiato
        • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
        • sale q.b.
        • pepe nero q.b.
        • 1 cetriolo

         

        PREPARAZIONE:

        IMG_20160505_104306IMG_20160505_110102

        Sviscerare e pulire molto bene le due sogliole. Con un coltello, tagliare le teste, le code e privarle delle parti laterali (contengono molte spine). Successivamente è necessario spellarle e sfilettarle. Le teste, la lisca centrale e i resti delle sogliole non vanno buttati. Io ne ho approfittato per preparare un fumetto di pesce, utilizzato per cuocere un risotto; ecco la ricetta del risotto al fumetto di sogliola con carciofi (basta cliccare sul link per vedere la ricetta)  😉
        Adagiare i filetti in un contenitore di plastica col tappo ermetico.

         

         

        IMG_20160505_104151

        In un contenitore di plastica, iniziamo a preparare la salsina di marinatura. Lavare bene una arancia e ricavarne il succo; aggiungere l‘aceto balsamico, il trito di verdure crude, il sale e il pepe nero.

         

         

        IMG_20160505_110120

        Versare la salsina sopra i filetti di spigole, tappare bene in contenitore e lasciar riposare in frigo per almeno un paio d’ore (io le ho preparate dalla mattina e poi ho cotto i filetti di sogliola per cena).

         

         

        IMG_20160505_210027

        Foderare una teglia con la carta da forno e adagiare i filetti di sogliola.

         

         

        IMG_20160505_210159

        Versare un po’ di pane grattugiato sopra i filetti di sogliola e infornare a circa 200-220°C per circa 20 minuti o fino a che non risultano dorate. Nel frattempo lavare e sbucciare il cetriolo. Tagliarlo a rondelle e adagiarlo sul piatto.

         

         

        IMG_20160505_211721

        Togliere i filetti di sogliola dal forno e adagiarli nel piatto. Aggiustare di sale, condire i filetti e i cetrioli con l‘olio extravergine d’oliva e servire.

         

         

        CONSIGLI:

        • Succo d’arancia: io lo utilizzo perché mi piace molto il sapore e resta più dolce del limone; però se preferite, anche col succo di limone vengono molto buone.
        • Aceto balsamico: potete sostituirlo con la salsa di soia.

         

         

        Torta arancia e cioccolato fondente senza lattosio e uova

        E’ sabato e fuori nevica…
        Tutto tace… Tanta calma… Voglia di stare a casa davanti al camino con un bel libro in mano, una tisana o una cioccolata calda e… Una bella torta all’arancia e cioccolato fondente che profuma di cannella!  🙂 Vi ispira?

        Ho trovato ricetta della torta arancia senza uova sul web, sul blog Giallo Zafferano sotto le ricette di Mam. Devo ammettere che ero curiosa di provarla perchè ho letto che era senza burro e uova… Volevo capire com’era e che consistenza aveva. E vi dico che è venuta davvero bene. Ecco il link alla ricetta originale:

        Torta all’arancia senza uova

        E ora eccovi la mia versione! Ammetto di averla stravolta un po’! Ho aggiunto la cannella, il cioccolato fondente e il latte di riso… Tutti ingredienti concessi a noi intolleranti al lattosio. Potete preparare la torta senza problemi! Di lattosio nemmeno la traccia!
        Ultimissima cosa… Questa torta è davvero facilissima da preparare… Nessun uovo, nessun albume da montare a neve…
        Provatela e poi mi direte!

         

        INGREDIENTI:

        20160110_175600

        • 300 gr di farina 00
        • 200 gr di zucchero di canna
        • 100 gr di olio di oliva evo
        • 150 gr di latte di riso
        • 1 arancia (scorza grattugiata)
        • 2 arance (succo)
        • 1 bustina di vanillina
        • 1 bustina di lievito Bertolini “ottimi dolci”
        • 50 gr di cioccolato fondente a scaglie
        • 1 cucchiaino di cannella in polvere

         

         

        PREPARAZIONE:

        20160110_175727

        In una insalatiera o recipiente capiente, mescolare tutti gli ingredienti non liquidi: la farina, lo zucchero, il lievito, la vanillina.

         

         

        20160110_175803

        Aggiungere la scorza d’arancia, poi il succo delle due arance e mescolare bene.

         

         

        20160110_17590720160110_180214

        Aggiungere il latte di riso (lentamente e mescolando tutte le volte in modo che non si creino grumi). Una volta finito col latte di riso, fare la stessa cosa con l‘olio evo.

         

         

        20160110_18041220160110_180512

        Poi bisogna aggiungere la cannella e il cioccolato fondente ridotto in scaglie e mescolare bene.

         

         

        20160110_181753

        Ora la torta è pronta da infornare. E’ necessario foderare e preparare la tortiera. Qua trovate il link:
        come foderare la tortiera con carta da forno
        La torta va messa al forno: Io la cucino con forno statico a 175°C per circa 30 – 40 minuti. Però ognuno conosce il suo forno! Vedete voi!  😉 Solito consiglio… La torta è cotta quando, pungendola con uno stuzzicadenti o uno spiedino in legno, questo fuoriesce pulito.

         

         

        Torta arancia cioccolato fondente senza uova senza lattosio

        Torta arancia cioccolato fondente senza uova senza lattosio

        Ed eccola qua! Buona merenda!  🙂

         

         

        CONSIGLI:

        • cannella: io ne uso parecchia perché mi piace e penso che con arancia e cioccolato ci stia molto bene. Se non vi piace potete anche non metterla! Non è essenziale!
        • latte di riso: io lo utilizzo per fare dolci al posto del latte “normale” perché è senza lattosio e mi piace la consistenza soffice della torta. La ricetta originale prevede 150 gr d’acqua… Di sicuro così è molto più leggera! Oppure potete usare il latte delattosato.
        • Questa torta è ottima per merenda, accanto ad una tazza di thè o di cioccolata calda (cliccate sopra e trovate la mia ricetta di cioccolata senza lattosio).