Chiffon cake (torta fluffosa)

Chiffon cake

In questo periodo son circondata da persone entusiaste per la chiffon cake… E chissà perché mi ero immaginata questa torta difficilissima da preparare; forse il nome chiffon cake mi dava quella impressione! Ma son una stupida! In effetti è un dolce americano e non francese! E sappiamo bene quanto gli americani siano sbrigativi (e in un certo senso pure geniali!). Mica perdono tempo in ricette troppo elaborate. Di solito in un tegame mettono tutti gli ingredienti solidi, in un altro tutti quelli liquidi e poi mescolano tutto insieme e… Le ricette son buonissime! E in effetti la chiffon cake segue lo stesso principio, solo che in più bisogna montare gli albumi a neve (ma non è un problema). La caratteristica principale (e anche quella che mi è piaciuta di più) è la totale mancanza di lattosio. In questa torta non c’è nessun latticino e quindi noi intolleranti al lattosio possiamo mangiarla senza problemi! Anche chi è in disintossicazione.

Devo precisare una cosa importantissima… La chiffon cake non va cotta nelle normali teglie ma si deve utilizzare l’apposita teglia in alluminio per chiffon cake, questa qua:

E ora ecco la ricetta!

INGREDIENTI:

  • 290 gr di farina 00
  • 300 gr di zucchero
  • 200 ml di succo d’arancia
  • 120 ml di olio extravergine di oliva
  • 6 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 5 gr di cremor tartaro
  • 1 cucchiaino di cannella
  • scorza grattugiata di una arancia
  • 20 gr di cioccolato fondente
  • Zucchero a velo (per guarnire)
  • Scorza d’arancia caramellata (per guarnire)
  • 20 gr di cioccolato fondente (per guarnire)

PREPARAZIONE:

 

Scorza d’arancia caramellata

Grattugiare la scorza di una arancia. Spremere le due arance per il succo e da quella rimasta con la buccia, ricavare delle striscioline di scorza che vanno pesate e messe a bollire con un po’ d’acqua (così perde l’amaro e diventa morbida). Scolare l’acqua e preparare lo sciroppo per caramellare la scorza utilizzando la stessa quantità di zucchero e acqua del peso iniziale della scorza. Mettere lo sciroppo al fuoco e, quando lo zucchero si è sciolto, aggiungere le scorzette e cuocere finché l’acqua non evapora.

 

 

Cioccolato fondente

 

Tagliare il cioccolato fondente a pezzetti molto piccoli e metterlo da parte.

 

 

Ingredienti solidi

Mettere lo zucchero in un recipiente e aggiungere tutti gli ingredienti solidi (farina 00, lievito, cannella, sale) dopo averli setacciati per bene.

 

Ingredienti liquidi

Separare l’albume dai tuorli. Lavorare i tuorli e poi aggiungere gli ingredienti liquidi (olio evo e succo d’arancia).

 

Versare piano piano gli ingredienti liquidi nel recipiente degli ingredienti solidi e mescolare bene in modo che non si creino grumi.

 

Aggiungere il cioccolato a pezzetti e la scorza d’arancia grattugiata.

 

Albumi montati a neve

Montare gli albumi a neve ben ferma (quando si rovescia il tegame devono restare immobili) e quando son già sodi aggiungere il cremor tartaro.

 

Incorporare gli albumi al resto dell’impasto girando dal basso verso l’alto (così l’impasto resta più soffice e spumoso).

 

Versare nell’apposita teglia e cuocere con forno statico a 160°C per circa 70 minuti. Quando è cotta, rovesciare la teglia e lasciare che si raffreddi capovolta (si dovrebbe staccare). Se non si stacca, passare un coltello nei bordi e al centro in modo da staccare completamente la torta.

 

Ora non ci resta che decorare la nostra Chiffon cake! Spolverizzare con lo zucchero a velo, poi aggiungere le scorzette d’arancia caramellate e infine il cioccolato fondente fuso a bagnomaria.

 

CONSIGLI:

La chiffon cake ha tantissimi pregi… E’ morbidissima, leggera ed è completamente senza lattosio. Un altro bellissimo pregio è la sua versatilità! Qua proprio ci si può scatenare con diversi abbinamenti: i 200 ml di succo d’arancia possono esser sostituiti con qualsiasi tipo di acqua o the aromatizzati e al posto del cioccolato fondente ci può andare la frutta secca o l’uvetta o quello che preferiamo noi. Io sto già pensando alla prossima con the alla menta e cioccolato oppure con cocco e menta… Vedremo!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *