Archivio mensile: dicembre 2014

Farfalle crema ai peperoni, zafferano e ricotta

wpid-20141205_203656.jpg

Ieri sono andata a fare la spesa e nel banco dei formaggi ho visto la ricotta senza lattosio. Finalmente l’ho ritrovata! Per me che soffro di intolleranza al lattosio è stato davvero difficile rinunciare alla ricotta. E’ buonissima da mangiare spalmata sul pane o sui crackers per cena o spuntino veloce e in cucina si presta davvero a tantissime ricette! Ottima per preparare i primi piatti all’interno delle salse o come ripieno dei ravioli e come ingrediente principale per preparare torte o dolci da forno.

Di solito per preparare la salsa ai peperoni utilizzo il formaggio fresco Philadelphia senza lattosio (ecco qua la ricetta dei fusilli crema di peperoni, zafferano e Philadelphia) ma stavolta ho voluto variare la ricetta utilizzando la ricotta al posto del Philadelphia e facendo abbrustolire i peperoni. Alla fine tra le due preferisco questa seconda versione anche se risulta meno light!  😉

 

 

INGREDIENTI:

  • 2 peperoni rossi medi
  • 1 confezione di ricotta senza lattosio da 250 gr
  • 1 bustina di zafferano
  • 250 gr di pasta tipo farfalle
  • olio extravergine di oliva
  • parmigiano reggiano senza lattosio
  • sale e pepe q.b.

 

 

PREPARAZIONE:

wpid-20141205_194850.jpg

Riempire una pentola d’acqua, aggiungere il sale e metterla al fuoco. Nel frattempo lavare i peperoni, tagliarli a metà, privarli dei semi e farli abbrustolire in una bistecchiera messa precedentemente a riscaldare sul fuoco. Quando saranno cotti, togliere la buccia, tagliarli grossolanamente e metterli nel bicchiere del frullatore ad immersione (o nel recipiente del robot da cucina se utilizzate quello). Nel frattempo, se l’acqua sta bollendo, ricordatevi di buttare la pasta!  😉

 

 

 

wpid-20141205_201448.jpg

Nel bicchiere aggiungete la ricotta, lo zafferano, il sale, il pepe, l’olio extravergine d’oliva e frullate tutto.

 

 

 

wpid-20141205_202345.jpg

La salsa non deve essere liquida ma di consistenza morbida. Mettere un po’ di salsa ai peperoni nel recipiente dove andremo a condire la pasta.

 

 

 

wpid-20141205_203437.jpgwpid-20141205_203551.jpg

Scolare la pasta al dente e condirla con la salsa. Mescolare il tutto e aggiungere il parmigiano reggiano senza lattosio.

 

 

 

wpid-20141205_203656.jpg

Ed eccola qua!  🙂

 

 

CONSIGLI:

  • io ho utilizzato le farfalle ma son buonissime anche le penne rigate o le mezze maniche.
  • potete sostituire il peperoncino al pepe nero e il curry allo zafferano.

 

Biscottini secchi al limone

wpid-20141129_204829.jpg

Questa ricetta non è farina del mio sacco!  😉
L’ho trovata per caso in un forum dove si discuteva di intolleranza al lattosio. Ho chiesto il permesso al suo creatore, Iuri, che mi ha autorizzato a provarla e pubblicarla!  😉

I biscotti sono davvero leggeri e semplici da fare; sono poco dolci e vanno benissimo per merenda consumati con il thé.

Quella che vi presento non è la ricetta originale ma come l’ho modificata io! Amici intolleranti al lattosio! Potete gustare questi biscotti in piena libertà! Nessun ingrediente con lattosio!  🙂  🙂  🙂

 

INGREDIENTI:

wpid-20141129_184802.jpg

  • 300 gr di farina bianca
  • 50 ml di olio extravergine di oliva
  • 100 gr di miele dolce millefiori
  • il succo e la scorza di 1 limone
  • 2 uova intere
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale

 

 

PREPARAZIONE:

wpid-20141129_191225.jpg

Lavorare le uova con il miele per circa un minuto.

 

 

wpid-20141129_190623.jpg

Aggiungere l’olio extravergine di oliva, la vanillina, la scorza e il succo del limone e amalgamare tutti gli ingredienti.

 

 

wpid-20141129_191230.jpg

In un altro recipiente mettere la farina, il lievito e il sale e girare bene.

 

 

wpid-20141129_191437.jpg wpid-20141129_191719.jpg

Unire pian piano il composto di farina e lievito alle uova lavorandolo prima con il cucchiaio e poi con le mani. Se fosse necessario aggiungere ancora un po’ di farina.

 

 

wpid-20141129_192408.jpg

Alla fine dovremo ottenere una panetto di pasta elastico che andremo a mettere a riposare in frigo per circa mezzora. Nel frattempo iniziamo ad accendere il forno ventilato a 180° C.

 

 

 

wpid-20141129_200724.jpgwpid-20141129_201853.jpg

 

Prendere la pasta dal frigorifero e stendere una sfoglia alta circa 5 mm. Usare la formina che si preferisce e ritagliare i biscotti.

 

 

wpid-20141129_201110.jpgwpid-20141129_203147.jpg

Foderare una teglia con la carta da forno e adagiarli con delicatezza. Farli cuocere per circa 15 minuti o finché non diventano dorati. Non fateli diventare troppo scuri.

 

 

 

wpid-20141129_204829.jpg

 

Ed eccoli qua! Pronti per esser gustati!  😉

 

 

CONSIGLI:

  • la ricetta originale prevede 280 gr di farina, 100-130 gr di zucchero e succo e scorza di 1/2 limone. Io ho utilizzato il miele e ho calcolato  circa il 20% in meno rispetto allo zucchero. Ho aggiunto circa 20 gr di farina in più perché il miele risulta più fluido e ho utilizzato il succo di un limone intero rispetto al 1/2 limone della ricetta originale.
  • i dolcetti non son malvagi ma son davvero poco dolci! Vi consiglio di mettere un po’ di zucchero semolato sulla superficie prima di cuocerli o, in alternativa potete preparare delle ciambelline doppie con la marmellata in mezzo.

 

 

Coniglio alla cacciatora

wpid-20141129_132357.jpg

Galeotto fu il coniglio che ci regalarono la settimana scorsa…  😉
Mai fatto coniglio o altra carne alla cacciatora! Stavolta ho voluto sfidare me stessa… Ho tolto fuori la pentola in coccio (quella che utilizzo per le zuppe di cereali) e ci ho provato!  🙂
E’ venuta buonissima! Non ci credevo nemmeno io! Ve la consiglio se avete gente a pranzo e/o cena! Farete un figurone e potete cucinare e mangiare qualcosa di diverso! 🙂

 

INGREDIENTI: 

wpid-20141129_113641.jpg

  • carne di 1 coniglio già tagliata a pezzi
  • 1 pugno abbondante di olive verdi
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 1 o 2 carote
  • 4 rametti di timo
  • 2 foglie di alloro
  • zafferano
  • olio extravergine di oliva
  • sale e peperoncino q.b.
  • pomodori secchi
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1/2 bicchiere d’acqua (eventuale)

 

 

PREPARAZIONE:

wpid-20141129_114428.jpg

Tritare finemente l‘aglio, la cipolla, il sedano e la carota. Farli soffriggere nell’olio extravergine di oliva caldo.

 

 

 

wpid-20141129_120052.jpg

Aggiungere la carne di coniglio e farla rosolare bene.

 

 

 

wpid-20141129_121241.jpg

Ora bisogna aggiungere lo zafferano, i pomodori secchi (io stavolta non li avevo e mi son dovuta accontentare del concentrato di pomodoro… 😥 ) e il vino bianco. Aggiungere o regolare di sale, girare per bene e far evaporare il vino tenendo la fiamma alta.

 

 

 

wpid-20141129_122159.jpg

Aggiungere le olive, il timo, l’alloro e il peperoncino, e ultimare la cottura a fiamma bassa utilizzando un coperchio.

 

 

 

wpid-20141129_132357.jpg

E questo è il risultato finale!  🙂
io ho servito il coniglio con del pane sotto! Potete utilizzare dei crostini! Così potete gustarvi tutto il sughetto del coniglio. Per una volta non pensiamo alle calorie!  😉

 

 

CONSIGLI:

  • è buonissimo se vengono utilizzati pomodori secchi; in questo caso però state attenti al sale! Assaggiate prima di aggiungerlo!
  • la stessa ricetta può essere utilizzata per cucinare il cinghiale e il capriolo. Mia mamma li prepara così e a lei vengono davvero buoni.
  • il timo è il segreto e l’ingrediente fondamentale della ricetta. Dà un buon sapore e in caso di cacciagione, toglie il sapore di selvatico che non piace a tutti!
  • pentola in coccio: io quando preparo stufati, zuppe di cereali o ragù la preferisco alla pentola tradizionale. Il suo utilizzo dà ai cibi una consistenza e un sapore particolare dovuti alla cottura lenta e uniforme. Io spengo la fiamma un po’ prima e lascio il coperchio in modo che il cibo continui a cuocere piano piano.

 

Salmone gratinato alle erbette

20141108_205633

Questa ricetta l’ho preparata un po’ di giorni fa…
Di rientro da una giornata infinita, avevo voglia di mangiare qualcosa di diverso. Mi son ricordata di avere due bei tranci di salmone nel freezer, ho fatto un giro nel giardino per raccogliere le erbette e in meno di un quarto d’ora di preparazione… La mia cenetta era già nel forno!  😛

Ecco la ricetta! Rigorosamente senza lattosio!  😉

 

INGREDIENTI:

  • 2 tranci di salmone
  • erbette varie (alloro, rosmarino, timo, menta, salvia)
  • spezie varie (origano, pepe nero, peperoncino)
  • pane grattugiato
  • sale e pepe q.b.
  • olio extravergine di oliva

 

 

PREPARAZIONE:

20141108_19570020141108_200213

Raccogliere le erbette, lavarle ed asciugarle bene. Metterle nel robot da cucina e tritarle.

 

 

20141108_200841

Aggiungere il sale, l’olio extravergine d’oliva, il peperoncino, l’origano e continuare a frullare.

 

 

20141108_20112820141108_201254

Mettere in un piatto e aggiungere il pane grattugiato. Alla fine la farcia dovrà apparire come in foto: né troppo liquida né troppo asciutta. Deve avere una consistenza solida per poter procedere alla impanatura del pesce.

 

 

 

20141108_201903 20141108_202128

Ora non ci resta che prendere la teglia da forno, ricoprirla con la carta da forno, mettere un po’ di farcia sotto e adagiare i nostri tranci di salmone. Ricoprirli bene con la farcia.

 

 

 

20141108_202436

Ed eccoli qua pronti da infornare!

 

 

 

20141108_205633

E questo è il piatto finale!!!
Buon appetito!  🙂  🙂  🙂

 

 

CONSIGLI:

  • erbette e spezie; vi potete divertire a utilizzare quelle che vi piacciono di più! Io di solito uso quelle fresche che ho a disposizione. Ad esempio in estate utilizzo anche il basilico o il prezzemolo, oppure a volte aggiungo una punta di cucchiaino di curry!  😉
  • Io ho problemi di digestione ma anche l’aglio ci sta bene!
  • La stessa farcia può essere utilizzata anche per altri tipi di pesce; merluzzo, filetti di trota, sogliola, etc