Archivio mensile: novembre 2014

Penne al pesto di broccoli e noci

20141107_201821

Ecco un’altra ricettina facile, buona e con tanta vitamina C!  😉 E naturalmente adatta a chi soffre di intolleranza al lattosio!  🙂
Io adoro la pasta al pesto e ho pensato ad variante invernale!  🙂 Ormai mi conoscete! Quando posso preferisco utilizzare ingredienti freschi e frutta e verdura di stagione!  😉

INGREDIENTI:

  • 1 mazzo di broccoli
  • 80 – 100 gr di noci
  • olio extravergine di oliva
  • formaggio parmigiano reggiano senza lattosio
  • 300 gr di pasta tipo penne
  • sale q.b.

 

PREPARAZIONE:

20141107_19425120141107_194443

Lavate i broccoli con acqua corrente e poi fateli bollire nell’acqua salata. Quando sono cotti, scolateli con una schiumarola, e fateli intiepidire. Rimettete l’acqua al fuoco, aggiustate di sale se è necessario e iniziate a cucinare le penne.

 

 

 

20141107_19591520141107_195958

Nel frattempo mettete i broccoli nel bicchiere del frullatore a immersione, aggiungete le noci, l’olio e il sale e frullare.

 

 

20141107_20111120141107_201215

 

Ora aggiungete il parmigiano reggiano senza lattosio grattugiato, mescolate bene e il pesto è pronto!

 

 

 

20141107_20164220141107_201827

Scolate la pasta, condite con il pesto ai broccoli e portate in tavola!
Buon appetito!  🙂

 

 

CONSIGLI:

  • Potete sostituire i broccoli con il cavolfiore; il pesto non è male ma in questo secondo caso ricordatevi di aggiungere anche un po’ di pepe nero per insaporire. Ho provato la variante l’altra notte e ho utilizzato la salsa per insaporire il merluzzo cotto in padella. Non era male ma io preferisco di gran lunga il gusto dei broccoli.
  • Potete aggiungere anche uno spicchio d’aglio e/o una o due acciughe sott’olio. Di sicuro sarà più saporita anche se io preferisco non utilizzare l’aglio perché mi da problemi digestivi e l’acciuga per non mischiare troppo i sapori.

 

Torta salata con cavolfiore, pancetta e formaggio

20141120_212428

Ieri son riuscita ad arrivare a casa ad un’ora decente che per me equivale a prima delle 20.  😉

Per me è periodo di scadenze fiscali, progetti da concludere, bandi da seguire; ho iniziato pure i corsi di inglese e di salsa e ormai a casa ci sto raramente. Ma ieri avevo proprio bisogno di ritirarmi sola soletta nella cucina della mia isoletta e riflettere un po’ su alcune situazioni non proprio piacevoli che mio malgrado devo somatizzare.  🙁
E allora che fare? Cucinare ovviamente! Ho preso spunto dal cavolfiore biologico regalato da mio zio e dalla pasta sfoglia che era in scadenza in frigo et voilà! Ecco che mi è venuta l’idea di una torta rustica un po’ diversa dalle solite!  😉
Il risultato poi è stato davvero buono! Provatela anche voi! Ecco la ricetta facile facile!

INGREDIENTI:

  • 1 cavolfiore di medie dimensioni
  • pancetta da tagliare a dadini oppure 2 confezioni di pancetta a dadini
  • 2 confezioni di pasta sfoglia con grassi vegetali o comunque senza lattosio
  • formaggio senza lattosio Bela Badia della Mila (o quello che preferite)
  • formaggio parmigiano reggiano grattugiato
  • 1 uovo per guarnire

 

PREPARAZIONE:

20141120_19441520141120_195520

Prendete il cavolfiore, lavatelo bene, tagliate le cime in piccoli pezzi e mettetelo a bollire nell’acqua salata.

 

 

20141120_20200120141120_204016

Nel frattempo prendete la pasta sfoglia confezionata e stendetela in una teglia da forno. Io di solito utilizzo due confezioni; la prima la adagio sulla teglia da forno e la seconda la stendo e la lascio da parte per coprire la torta salata. Ho utilizzato quella della Exquisa perchè è preparata senza il burro anche se di solito preferisco farla da me… Ma ieri era impossibile farlo per mancanza di tempo!  😉

 

 

20141120_205000

Scolate il cavolfiore, lasciatelo raffreddare e poi adagiatelo sopra la pasta sfoglia che avete già steso. Aggiungete la pancetta tagliata a dadini distribuendola bene in tutta la torta.

 

 

20141120_205612

Ora aggiungete un bel po’ di parmigiano reggiano grattugiato e infine il formaggio senza lattosio Bela Badia tagliato a cubetti. Ora con la seconda confezione di pasta sfoglia, coprite bene la torta salata e sigillate i bordi.

 

 

 

 

20141120_210250

 

Rompete l’uovo in un bicchiere e lavoratelo con la forchetta in modo che il rosso e il bianco siano ben amalgamati. Cospargete la torta con l’uovo dopo che l’avete bucherellata con la forchetta e infornatela a 180°C per circa 20 minuti con forno ventilato.

 

 

 

 

20141120_212428

Ed eccola qua! La torta è pronta!!!  🙂

 

 

 

CONSIGLI:

  • Ho utilizzato la pasta sfoglia Exquisa perchè senza grassi animali e perché, lo confesso, l’ho trovata in offerta! Voi potete scegliere la pasta sfoglia che vi piace di più ma mi raccomando, se siete intolleranti al lattosio, deve essere rigorosamente delattosata! Ultimamente non ho più tempo per far nulla, altrimenti l’avrei preparata in casa con burro senza lattosio… Sicuramente sarebbe stata ottima!
  • Potete sostituire il formaggio Bela Badia con uno qualsiasi di vostro gradimento.
  • L’uovo per guarnire! Qua molte (tra cui anche mia mamma) insorgeranno dicendomi che si usa solo il rosso e mai anche l’albume! E avete ragione! Io utilizzo uovo intero per una questione di leggerezza e di un po’ meno colesterolo. Alla fine l’effetto è lo stesso!  😉

Quanto lattosio contengono gli alimenti?

download

Eccomi qua!!!  🙂
Per me periodo incasinatissimo; la vostra Bridget Jones vaga come una trottola impazzita tra lavoro, uffici, scadenze, famiglia, amici, corso di salsa e ora… Inizierò pure un corso serio di inglese! Non mi faccio mancare niente eh? 😉
Ah si dimenticavo! Sono reduce pure da un viaggio bellissimo in Germania! 🙂 Che bello ragazzi! Staccare per quattro interi giorni dalla mia pazza frenetica fantastica vita! Ogni tanto ci vuole! Provateci pure voi!   😉
Son tornata carica, riposata e con un sacco di idee in testa! Povero chi mi sta vicino!  😆

Proprio in Germania mi son resa conto che non conoscevo o ricordavo quanto lattosio contengono formaggi ma anche cibi pronti e allora ho fatto una ricerca sul web.  🙄

E purtroppo sul web si trovano tante notizie che non sono vere… Di solito sto molto attenta ma stavolta la tabella farlocca di USDA National Nutrient Database for Standard Reference, Release 23 – Settembre 2010 ha fregato pure me.  🙁
Secondo questa ricerca, il lattosio è contenuto in diversi cibi fra cui pure cipolle e broccoli e c’era un altro dato discordante… Come mai un tuorlo d’uovo contiene 0,07 di lattosio e un uovo intero ne contiene 0?

Mi son confrontata e ho discusso l’argomento con altre persone sui forum e siamo giunti alla conclusione ovvia che:
il lattosio si trova sempre e solamente negli alimenti che contengono i latticini!

Non c’è lattosio negli altri cibi almeno che non venga aggiunto sotto forma di conservante (ad esempio negli insaccati) o di eccipiente (ad esempio nei farmaci). Quindi il consiglio che vi do’ è sempre lo stesso… LEGGETE BENE LE ETICHETTE mi raccomando!  😉

Ps. Tenete d’occhio il blog… Nel week end pubblicherò delle ricette di secondi piatti veloci ma molto buoni!  ➡

 

 TABELLA DEL CONTENUTO DI LATTOSIO NEGLI ALIMENTI (per 100 gr.)

presa dal sito: http://www.migros.ch/mediaObject/GenM/docs/it/LaktoseIaha/original/LaktoseIaha.pdf

tabella lattosio

Torta rustica di noci

wpid-20141102_193707.jpg

Buona domenica!!! 🙂
Sopravvissuta all’interminabile e calorico pranzo con i parenti di ieri…
Reduce da una fantastica nottata passata a ballare salsa e bachata che mi ha rimesso in pace con il mondo…   😉
Oggi ho deciso di fare “ramadan” e riposare un po’… E quindi??? Relax e cucina!!! Yuupppiiiiii!!!!!  😉

Ormai mi conoscete… Almeno un po’! Quindi avete capito che per preparare le mie ricette quando posso utilizzo ingredienti genuini e di stagione. Dopo la torta di more, ora è giunto il momento di preparare delle torte utilizzando le noci e prossimamente mi inventerò qualcosa con le melograne che stanno maturando sul mio alberello.

Ho trovato questa ricetta così per caso navigando sul web e mi ha incuriosita per la semplicità di realizzazione. La ricetta originale è stata pubblicata su Google Plus da Giuseppe Bilardi. Io l’ho modificata leggermente e ho utilizzato i “nostri” prodotti preferiti! Quelli senza lattosio, così tutti coloro che soffrono di questa intolleranza possono mangiarla senza nessun timore!!! 😉

Bando alle ciance ragazzi!!! Prendete fruste e farina e iniziamo a cucinare!!! 🙂 🙂 🙂

 

 

INGREDIENTI:

  • 175 gr di farina bianca
  • 175 gr di zucchero semolato
  • 125 gr di burro senza lattosio o margarina
  • 3 uova
  • 2/3 bustina Lievito Bertolini per dolci
  • 1 arancia (buccia)
  • 80 gr di noci sgusciate e tagliate grossolanamente
  • 1 – 2 cucchiai di zucchero semolato (per guarnire)

wpid-20141102_113342.jpg

 

 

PREPARAZIONE:

wpid-20141102_114502.jpg

Mettete lo zucchero in un recipiente, aggiungete il burro ammorbidito e frullate con lo sbattitore finché non si crea una crema morbida.

 

 

 

wpid-20141102_114627.jpg

Aggiungete la buccia di arancia grattugiata e continuate a frullare.

 

 

wpid-20141102_114721.jpg

Aggiungete la farina e il lievito e frullate nuovamente.

 

 

wpid-20141102_115119.jpg

Ora dovete incorporare le uova una per una.

 

 

wpid-20141102_115524.jpg

E per finire aggiungete le noci e date una ultima frullata. L’impasto è pronto.

 

 

20140427_195345

Ora imburrate e foderate la tortiera come vi ho spiegato nel mio articolo:
Come foderare la tortiera con la carta da forno

 

 

wpid-20141102_120633.jpg

Spolverate l’impasto con uno o due cucchiai da cucina e mettete in forno ventilato a 180° per circa 25 minuti o comunque finché è bella dorata. Ricordatevi che la torta è pronta quando infilando all’interno uno spiedino in legno (o un coltello), questo fuoriesce pulito.

 

 

 

wpid-20141102_193707.jpg

Ora non vi resta che farla raffreddare e sistemare in un vassoio coperto per la colazione. Ovviamente se riuscite a resistere!!!
Qua è piaciuta così tanto che l’abbiamo quasi consumata a merenda insieme ad una buona tazza di the!
Era buonissima!!! 😉

 

 

CONSIGLI:

  • nella ricetta originale c’era scritto di utilizzare la scorza di una arancia appena grattugiata; io non avendone a casa ho utilizzato 4 cucchiaini di buccia di arancia che avevo preparato precedentemente. Quando è il periodo giusto e ho a disposizione tante arance biologiche tengo la buccia, la pulisco molto bene togliendo la parte bianca (amara), la faccio seccare per bene e la trito molto finemente. Conservo la polvere d’arancia in un barattolo di vetro sigillato e la utilizzo in sostituzione a quella fresca. Cambia un po’ il sapore ma è buonissima;
  • ho tagliato le noci grossolanamente con le mani perché mi piace il contrasto tra la torta soffice e il sapore deciso delle noci; se lo preferite, potete frullare le noci e aggiungerle all’impasto. Se qualcuna lo fa’, avvisatemi! E ditemi come è venuta la torta!