​Maccarrones de veta al ragù

Maccarrones de veta al ragù è uno dei piatti che prepara mia mamma e la ricetta l’ho “rubata” proprio a lei!

I “maccarrones de veta” son delle tagliatelle all’uovo tipiche della Sardegna e si fanno con la pasta che avanza dalla preparazione dei ravioli o delle “sevadas”. I rimasugli di pasta vengono impastati nuovamente con l’aggiunta di un goccio d’acqua e vengono stesi in sfoglie lunghissime. Successivamente vengono tagliate dando la forma delle tagliatelle e vengono lasciate ad asciugare e seccare all’aria. I “maccarrones de veta” si conservano nei recipienti ermetici e son pronti per esser cucinati.

A me piacciono tantissimo! Li trovo saporiti e poi diciamolo… È comodissimo averli lì a disposizione se arriva gente a cena! Servire un bel piatto di maccarrones de veta al ragù fa sempre la sua bella figura!
La pasta “violata” è una pasta all’uovo particolare che si prepara qua in Sardegna e viene utilizzata per le sevadas, “sos culurzones” (ravioli) e per la preparazione di alcuni dolci tipici.

Come ho già detto prima, le dosi che ho riportato sono indicative e vanno “aggiustate”… Essendo una ricetta tramandata nella mia famiglia, noi mettiamo gli ingredienti “ad occhio”.

Vi devo chiedere scusa ma non so bene le dosi dello strutto (o olio di oliva) che si usano per preparare la pasta. Mia mamma e mie zie la preparano “ad occhio”!
Il ragù è un sugo tipico dell’Emilia Romagna… La caratteristica principale è l’utilizzo della carne macinata di più tipi e la lunga e lenta cottura. Qui vi riporto la ricetta di mia mamma (che lo fa buonissimo) ma confesso che mia zia è bolognese doc! Le ricette del ragù, dei tortellini e degli spezzatini le ho imparate da lei! E anche le crescentine .. che cosa buona! Appena posso ve le posto!
I maccarrones de veta al ragù son preparati con ingredienti totalmente senza lattosio, quindi adatti a noi intolleranti al lattosio. Ma in Sardegna è così! Nelle preparazioni di solito si usa l’olio extravergine di oliva o lo strutto… Il burro da noi (almeno nella mia zona) è quasi sconosciuto.
Ora basta perdere tempo…

Ecco a voi la ricetta dei maccarrones de veta al ragù!

INGREDIENTI:

Pasta violata

  • 1 kg di semola
  • 4 uova
  • 100 gr circa di strutto o olio di oliva
  • Sale q.b.
  • 400 ml circa di acqua a temperatura ambiente


Ragù

  • 500 gr di macinato di manzo o vitello
  • 1 cipolla
  • 2 rami di sedano
  • 2 spicchi d’aglio
  • 2 carote
  • 200 gr concentrato di pomodoro
  • 2 kg di pomodori pelati
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • Olio evo
  • Noce moscata q.b.

Parmigiano reggiano grattugiato per condire (a lunga stagionatura)


PREPARAZIONE
:

Pasta violata

La preparazione è quella tipica della pasta all’uovo: si versa la semola nell’impastatrice e si aggiungono gli altri ingredienti (uova, sale, strutto, acqua e sale) e si fa impastare per circa mezzora (o quando la pasta è pronta).
Con l’ausilio di una sfogliatrice o una “nonna papera”, la pasta va stesa in sfoglie sottili che poi vanno tagliate di lungo dando la forma delle tagliatelle.

Ora i maccarrones de veta son pronti per esser cucinati o fatti seccare all’aria e poi conservati.


Ragù

Sbucciare e lavare bene le carote, le cipolle, l’aglio e il sedano. Tritarli finemente e farli soffriggere con l’olio extravergine d’oliva.

Aggiungere la carne macinata e far rosolare bene. Aggiungere un goccio di vino bianco e far sfumare.

Aggiungere i pomodori passati macinato e il concentrato di pomodoro e mescolare il tutto. Quando il ragù inizia a bollire, abbassare la fiamma e lasciar cuocere mescolando ogni tanto fino a che il sugo non si rapprende (circa due ore).
Far bollire l’acqua col sale, cuocere i maccarrones de veta e condirli con il ragù e il parmigiano reggiano a lunga stagionatura. Servire caldi!


CONSIGLI
:

I maccarrones de veta sono ottimi anche con il pesto di basilico o con quello di zucchine.

Potete prepararli anche con la pasta all’uovo. Cliccate sul link per andare alla pagina della ricetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *